Cronaca dal Mondo

Cleo, scomparsa in campeggio: spuntano dei testimoni. Hanno visto un auto lasciare la zona in piena notte

Cleo Smith è scomparsa da quasi 10 giorni. Il 16 ottobre scorso la mamma, Ellie, non ha trovato né lei né il suo sacco a pelo. La tenda dove dormivano era aperta e di Cleo non c'erano tracce
Cleo Smith è una bambina di 4 anni scomparsa in campeggio

Ci sarebbero dei testimoni nel caso di scomparsa di Cleo Smith, la bimba di 4 anni sparita dalla tenda in campeggio dove dormina con i genitori e la sorellina minore. Di Cleo si sono perse le tracce da più di una settimana ormai, la mama Ellie Smith ne ha denunciato la scomparsa il 16 ottobre scorso.

Inizialmente le ricerche si sono concentrate in tutta l’area del campeggio sulla Coral Coast australiana (a circa 900km da Perth), rallentate da una forte ondata di maltempo. Tra mercoledì 20 e giovedì 21 la polizia ha fatto sapere di seguire principalmente una sola pista, quella del rapimento.

Nei primi giorni della scomparsa, il padre di Cleo Smith, Daniel Staines, era stato ascoltato dalla polizia di Mandurah, a circa 1000km a sud dal luogo in cui Cleo è scomparsa. La polizia al momento pare aver escluso che l’uomo possa aver avuto un ruolo nella sparizione della bambina.

Cleo Smith: spuntano delle testimonianze

Alcuni testimoni avrebbero fatto sapere alla polizia di aver visto un’auto lasciare la zona del campeggio nel pieno della notte tra venerdì 15 ottobre e sabato 16, quando Cleo è risultata scomparsa.

Come si legge sul Mirror, l’auto è stata vista uscire dal camping poco dopo che si era udito un forte stridore di pneumatici intorno alle 3 del mattino.

Secondo quanto riferisce il quotidiano, l’investigatore capo Rod Wilde ha defiito “credibile” la testimonianza; anche in merito all’orario riferito dai testimoni, che potrebbe coincidere con quello della scomparsa.

Le parole dell’investigatore capo sul caso di Cleo Smith

Al momento dell’avvistamento non hanno pensato fosse importante” ha detto Rod Wilde, aggiungendo: “Sono venuti dopo aver saputo di Cleo, solo allora hanno capito che poteva essere una testimonianza significativa.

(…) Fortunatamente, si sono fatti avanti (…), quindi siamo ansiosi di parlare con la persona che stava guidando e chiunque fosse in quel veicolo” si legge sul Mirror.

Il quotidiano riferisce inoltre che sulla bambina scomparsa, la polizia avrebbe messo mano ad altre prove, soprattutto una ripresa di una telecamera di videosorveglianza dove si sentirebbe la voce della bambina. Secondo quanto riferisce il Daily Mail, la ripresa risalirebbe al giorno prima e toglierebbe quindi ogni dubbio sulla presenza o meno della bambina nel campeggio.

Potrebbe interessarti