Cronaca Nera

Ercolano, spara e uccide due ragazzi scambiandoli per ladri. L’avvocato: “Dispiaciuto, scuse ai familiari”

Il 53enne che ha sparato e ucciso due ragazzi fermi davanti casa sua in auto scambiandoli per ladri ha espresso il dispiacere tramite il legale, e chiesto scusa alla famiglia
le vittime del delitto ercolano

Il camionista 53enne Vincenzo Palumbo, che ha sparato e ucciso due ragazzi di 26 e 27 anni scambiandoli per dei ladri, ha espresso il suo cordoglio tramite l’avvocato e chiesto scusa ai familiari. La tragedia si è consumata a Ercolano, dove Palumbo ha aperto il fuoco dalla villetta dove risiede contro un’auto ferma davanti all’abitazione, colpendo Tullio Pagliaro e Giuseppe Fusella. I due ragazzi si sarebbero fermati mentre erano di ritorno da un incontro con gli amici, per motivi da chiarire, probabilmente per fare una telefonata.

Ercolano, scambia due ragazzi per ladri e gli spara uccidendoli

Un malinteso finito in tragedia quello avvenuto venerdì notte in via Marsiglia, Ercolano, dove un autotrasportatore di 53 anni ha sparato 6 colpi contro un’auto parcheggiata davanti casa sua.

Dentro il veicolo c’erano Tullio Pagliaro e Giuseppe Fusella, 27 e 26 anni, incensurati, morti a seguito della sparatoria. I due ragazzi avevano incontrato alcuni amici per vedere la partita e stavano transitando sulla strada isolata per motivi da chiarire.

Probabilmente si stavano dirigendo verso il campetto di calcio poco distante, o il ristorante della zona, fatto sta che si erano momentaneamente fermati davanti la casa di Vincenzo Palumbo.

L’uomo, pensando si trattasse di due ladri per i furti subiti nei mesi precedenti, ha aperto il fuoco dalla sua abitazione.

Palumbo è ora accusato di duplice omicidio volontario aggravato. Il 52enne è stato interrogato per diverse ore dai Carabinieri, che stanno ricostruendo l’accaduto. Pagliaro e Fusella non avrebbero fatto nulla che minacciasse la casa o i beni del 53enne, che dichiara di averli visti fuori dall’auto, ma anche questo è oggetto di riscontro da parte degli inquirenti.

Le parole dell’avvocato di Palumbo: le scuse alla famiglia

Il legale di Vincenzo Palumbo ha espresso il profondo cordoglio del suo assistito: “È enormemente dispiaciuto del tragico epilogo, chiede scusa ai familiari.

È profondamente addolorato. Si resta in attesa che la magistratura faccia il suo lavoro“.

Lutto cittadino a Ercolano, il sindaco: “Due ragazzi perbene”

È il primo cittadino di Ercolano a commentare la vicenda. Enzo Cuomo ha condiviso lo sgomento della cittadinanza su Facebook per il tremendo delitto, per cui è stato istituito il lutto cittadino.

L’uccisione di due giovani ragazzi, Giuseppe e Tullio, due bravi ragazzi, due persone perbene, ha sconvolto la nostra comunità“, ha scritto il sindaco, “Anche io, come tanti, sono stato travolto e rimasto incredulo dalla notizia.Sono andato a casa dei genitori di Giuseppe, ed ho parlato a telefono con il papà di Tullio. È impossibile descrivere l’atrocità di un dolore tanto crudele come quello di non vedere più un figlio perché ammazzato con dei colpi di arma da fuoco per cause incredibili ed assurde“.

Il post del sindaco di Ercolano

Potrebbe interessarti