Chi è

Bud Spencer: chi è l’indimenticabile attore, che ha fatto la storia del cinema italiano e internazionale

Carlo Pedersoli è il campione italiano di nuoto, che ha raggiunto il successo con il nome Bud Spencer. Molti sono stati i suoi film di successo apprezzatissimi dal grande pubblico.
primo piano di bud spencer

Quando un personaggio famoso entra nel cuore del pubblico è impossibile dimenticarlo: così è successo per Bud Spencer. Un uomo, prima ancora che un attore, intraprendente, forte e dal cuore d’oro. La sua fama di artista lo ha avvicinato ancora di più al pubblico di molte generazioni, che anche dopo la sua morte, lo ricorda con affetto e malinconia.

La nascita di Bud Spencer: il successo sportivo e l’esordio cinematografico

Carlo Pedersoli, questo è il nome di battesimo di Bud Spencer, nasce a Napoli il 31 ottobre del 1929, figlio di Rosa Facchetti e Alessandro Pedersoli.

Da sempre amante dello sport, ottiene molto successo nel nuoto: ha, più volte, vinto campionati nazionali nella stessa disciplina. L’ascesa al mondo del cinema avviene nel 1967 con il film Dio perdona…io no!, che sancisce anche la nascita della coppia artistica composta dallo stesso Pedersoli e Terence Hill. Spencer e Hill recitano insieme in ben 18 film tra cui: Lo chiamavano Trinità, …Altrimenti ci arrabbiamo! e Non c’è due senza quattro. Pedersoli recita poi anche in alcuni film nel ruolo di protagonista come ad esempio la saga di Piedone.

Vita privata di Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer: la moglie e i figli

Maria Vasaturo, in arte Maria Amato, è stata la donna che ha accompagnato Bud Spencer per buona parte della sua vita. I due si sono sposati nel 1960 e non si sono mai lasciati. Figlia di un noto produttore, Maria è stata compagna di molte esperienze vissute nel corso di ben 50 anni di matrimonio. Da questa forte unione sono nati tre figli: Giuseppe, Cristiana e Diamante. Quest’ultima ha seguito le orme del padre ed è diventata attrice. Ha infatti recitato al suo fianco nel film Superfantagenio nel 1986 e in Un piede in paradiso nel 1991.

La morte di Bud Spencer: il ricordo della famiglia e dei colleghi

Bud Spencer è venuto a mancare il 27 giugno del 2016 all’età di 86 anni, a causa di alcune complicazioni dovute ad una brutta caduta. È stato il figlio Giuseppe a dare l’annuncio della scomparsa del padre e il 29 giugno è stata allestita la camera ardente. I funerali si sono svolti il 30 giugno nella Chiesa degli Artisti nella capitale. La famiglia lo ricorda come un marito e un padre esemplare, sempre presente e amorevole. Molti volti noti dello spettacolo e colleghi di Pedersoli hanno espresso il loro cordoglio e, in particolare, il compagno di avventure cinematografiche Terence Hill ha espresso il suo dolore per la perdita del caro amico, esaltandone la bontà e la sua umanità affermando: “Con Bud c’era la gioia e so già che quando ci rincontreremo le prime parole che mi dirà saranno ‘noi non abbiamo mai litigato!’”.

Curiosità su Bud Spencer: l’uomo dai mille talenti e dall’inverosimile versatilità

Negli anni Bud Spencer è diventato un vero personaggio nazional-popolare e i suoi fan hanno cercato di scoprire quante più curiosità sul suo conto e sui molti aneddoti che lo riguardano.

Non tutti sanno forse, che il successo di Pedersoli ha fatto il giro del mondo, raggiungendo anche Budapest dove è possibile ammirare una stupenda statuta in suo onore. Il monumento è in bronzo ed è alto ben 2 metri. Anche la famosa pasta e fagioli, protagonista di molti suoi film, è stata introdotta come ricetta in libri di cucina e ciò ha permesso ancora una volta di mantenere vivo il ricordo dell’attore. “Il gigante buono” del cinema ha anche pubblicato un album musicale dal titolo Futtetenne.

10 sono i brani contenuti nell’album e spaziano dal jazz alle canzoni napoletane, registrate tra il 1961 e il 2015.

Come si è visto, il primo grande amore di Bud Spencer è stato lo sport. Pedersoli è stato il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 stile libero. Tornando al cinema, è sicuramente curioso il fatto che nonostante l’attore fosse italiano, nei suoi film è stato doppiato per anni. Glauco Onorato, Sergio Fiorentini e Ferruccio Amendola doppiarono Spencer. La vera voce dell’attore si sentirà a partire dal film Piedone l’africano. Aldilà dei memorabili successi, l’attore ha scelto anche di rifiutare alcune opportunità lavorative. Ciò avvenne per una parte nel Satyricon di Fellini a causa di una scena di nudo che avrebbe dovuto recitare.

La sua carriera è indissolubilmente legata a quella di Terence Hill, ma forse molti non sanno che la coppia Spencer e Hill avrebbe rischiato di non esistere. Pedersoli, infatti, era dubbioso se accettare o meno la proposta di recitare nel film Dio perdona…io no! perchè non aveva ancora la barba folta e non sapeva montare un cavallo. Fu pensando al pubblico americano da film western, che i due attori dovettero cambiare nomi, considerati troppo “italiani”: Carlo Pedersoli divenne Bud Spencer e Mario Girotti divenne Terence Hill. Fu il film Annibale del 1959 diretto da Bragaglia ed Ulmer, la pellicola che vide per la prima volta i due attori, prima ancora di divenire coppia fissa sul set, insieme.

Potrebbe interessarti