Cronaca Nera

Nada Cella, diffuso l’audio della telefonata anonima sull’indagata Annalucia Cecere: “Era sporca”

Omicidio di Nada Cella, la Procura di Genova ha diffuso l'audio di una telefonata anonima che alimenta i sospetti sull'indagata Annalucia Cecere
omicidio di nada cella

Il caso di omicidio di Nada Cella svela un altro elemento potenzialmente fondamentale: la Procura ha diffuso infatti il contenuto di una telefonata anonima risalente al 1996 riferita ad Annalucia Cecere, la donna che da una settimana è indagata per la morte della segretaria di Chiavari.

Omicidio Nada Cella, una telefonata anonima del 1996 contro Annalucia Cecere

Dopo 25 anni, la morte di Nada Cella torna sotto i riflettori: gli inquirenti hanno infatti stretto la morsa attorno a Annalucia Cecere, donna che nel 1996 era già stata indagata ma la sua posizione fu presto archiviata.

Si tratterebbe di colei che, per presunta gelosia, avrebbe ucciso la segretaria nello studio del commercialista Marco Soracco, il 6 maggio 1996. A far riaprire il caso è stata la criminologa Antonella Pesce Delfino, la stessa che avrebbe ricevuto alcuni messaggi minatori da parte della stessa Cecere.

Contro l’ex insegnante oggi 53enne ci sarebbe anche il contenuto di una telefonata anonima diffusa dalla stessa Procura di Genova e risalente all’agosto del 1996. Una donna, rimasta per tutto questo anonima e per questo cercata dagli inquirenti, ha telefonato per segnalare un comportamento sospetto della Cecere.

Annalucia Cecere, il contenuto della telefonata anonima sul caso Nada Cella

Chi ha chiamato, quel giorno del 1996, ha parlato proprio di Annalucia Cecere, cui nei giorni scorsi è stato sequestrato anche uno scooter di 25 anni fa. Potrebbe essere proprio quello di cui si fa menzione nella telefonata anonima: “L’ho vista che andava via col motorino, l’ho vista tutta sporca che metteva tutto sotto la sella” dice la voce.

Poi aggiunge: “L’ho salutata e manco mi ha guardata.

Le dico la verità. L’ho vista quindici giorni fa nel carruggio e non mi ha nemmeno guardata“. Trovare chi ha chiamato è fondamentale per approfondire l’indagine e arrivare finalmente alla verità.

La Cecere non è l’unica coinvolta nella morte di Nada Cella: lei è indagata per omicidio, mentre il commercialista ed ex capo della segretaria uccisa e la madre sono invece indagati per false dichiarazioni al pm; i due avrebbero mentito sui rapporti tra il professionista e l’ex insegnante.

Potrebbe interessarti