Cronaca Nera

Uccide la moglie e cerca di suicidarsi: il femminicidio è il terzo delitto nel modenese in tre giorni

Un uomo ha ucciso la moglie e ha poi cercato di togliersi la vita. I carabinieri giunti sul posto hanno constato il decesso di lei. Si tratta del terzo delitto in 3 giorni nel modenese.
volante dei carabinieri

Arriva dalla provincia di Modena l’ennesima notizia di un delitto in soli tre giorni. Un uomo ha ucciso la moglie e ha poi tentato di togliersi la vita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che ora si stanno occupando di ricostruire la vicenda, indagando sui rapporti interni alla coppia. Al momento non sembrerebbe essere noto il movente alla base del femminicidio.

Uccide la moglie e tenta il suicidio: femminicidio nel modenese

Questa mattina, nei pressi di Montese, sull’Appennino modenese, un uomo ha ucciso la moglie e ha poi cercato di suicidarsi.

L’uomo, riferisce SkyTg24, dovrebbe avere 71 anni e pare che soffrisse di Alzheimer. Stando alle informazioni riportate da Fanpage.it, pare che si sia servito di un coltello, con il quale avrebbe colpito la moglie per più volte. Sul posto sarebbero giunti i carabinieri e gli operatori del 118, non potendo però far altro che constatare il decesso della donna. L’uomo sarebbe invece stato stabilizzato sul posto e poi trasportato in elisoccorso all’ospedale di Baggiovara, a Modena, dove si troverebbe attualmente ricoverato.

I medici avrebbero riferito che le sue condizioni sono molto gravi.

I carabinieri giunti sul posto avrebbero starebbero esaminando la scena del delitto, per cercare di comprendere cosa possa essere accaduto nell’abitazione dei due coniugi. Alcuni testimoni sarebbero già stati ascoltati. In particolare, le forze dell’ordine starebbero indagando per stabilire il movente, analizzando il rapporto dei due anziani.

Femminicidio nel modenese: terzo delitto nella provincia in tre giorni

Quello avvenuto in queste ore è il terzo delitto in soli tre giorni nella provincia di Modena. Ieri infatti, un uomo ha ucciso tutta la sua famiglia e si è in seguito tolto la vita a Sassuolo.

Lo sterminio sarebbe avvenuto nel primo pomeriggio. A perdere la vita per mano dell’uomo sarebbero stati la moglie, i piccoli bambini di 5 e 2 anni e la suocera dell’uomo.

Martedì invece un uomo di 48 anni avrebbe ucciso sua madre. Stando a quanto riferisce La Stampa, l’uomo avrebbe poi incontrato un amico al bar, raccontandogli quanto avvenuto. Quest’ultimo avrebbe poi deciso di chiamare la polizia e denunciare l’assassinio della 71enne.

Il figlio, Carlo Evangelisti, è il principale sospettato del femminicidio.

Femminicidio di Modena: il numero d’emergenza per aiutare le vittime di violenza

Quelli avvenuti in queste ore nel modenese non sono che gli ennesimi casi di femminicidio avvenuti in Italia. Dall’inizio dell’anno al 14 novembre sono stati registrati 252 omicidi nel nostro Paese. 103 vittime erano donne e 87 di loro sono state uccise in ambito familiare o affettivo. 60 di loro hanno trovato la morte per mano di un partner, come nel caso della donna uccisa oggi, o per mano di un ex partner.

Esiste un numero, gratuito e attivo 24 ore su 24. Serve per denunciare casi di violenza, qualsiasi sia la sua forma.

Al servizio di chi chiama ci sono operatrici specializzate, pronte a rispondere in italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo.

1522 è il numero da chiamare per fermare questo massacro.

1522 numero antiviolenza e stalking
1522 numero antiviolenza e stalking

Potrebbe interessarti