Politica

Omicron, vertice dei ministri della Salute del G7 sull’allerta per la variante sudafricana

La variante Omicron preoccupa e Londra convoca un vertice dei ministri della Salute del G7. Al vaglio degli esperti trasmissibilità, sintomi ed efficacia dei vaccini dopo i casi riscontrati in diversi Paesi.
variante Omicron: vertice dei ministri della Salute G7

La variante sudafricana Omicron del Coronavirus impone a tutti i Paesi guardia alta e massima cautela. Una “corsa contro il tempo”, come l’ha definita la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, che avrebbe spinto Londra, attualmente alla presidenza del G7, a convocare una riunione d’emergenza dei ministri della Salute. Al tavolo del confronto sulla nuova fase della pandemia, previsto per oggi, i titolari dei dicasteri della Sanità di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

Omicron, Londra convoca i ministri della Salute del G7

Nelle ultime ore, l’avanzata della variante sudafricana del Sars-CoV-2 è al centro dell’agenda delle maggiori potenze mondiali e il governo britannico, riporta Ansa, ha convocato per oggi una riunione di emergenza dei ministri della Salute del G7 per discutere della attuale situazione e dei possibili scenari all’orizzonte.

Per Ursula von der Leyen si tratta di una “corsa contro il tempo” per arginare il rischio di una nuova crisi sanitaria ed economica, alla luce dei casi Omicron riscontrati in diverse aree dall’Europa all’Australia, Italia compresa (dove la variante è stata isolata in un 55enne italiano di rientro dal Mozambico).

Omicron, Ricciardi: “Buona probabilità che i vaccini proteggano

Mentre alcuni Paesi chiudono le frontiere, come Israele e Marocco, gli scienziati studiano la variante Omicron e la capacità del vaccino. L’Organizzazione mondiale della Sanità, nelle scorse ore, ha precisato che attualmente non è chiaro se sia più contagiosa rispetto ad altre varianti, Delta inclusa, e al momento non ci sarebbero elementi nitidi a indicare se l’entità dell’infezione sia più o meno grave.

Per i medici sudafricani, i sintomi dei contagiati sarebbero “lievi”, ma cautela è la parola d’ordine davanti alla nuova fase imposta dalla pandemia.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha sottolineato la necessità di mantenere il massimo livello di attenzione, pur senza cedere a facili allarmismi e giudizi affrettati sulla diffusione e sugli effetti di Omicron.

Secondo Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute, ci sarebbe una “buona probabilità che i vaccini proteggano da Omicron“. Un cauto ottimismo che deriverebbe dai dati in arrivo sui controlli condotti in Israele: “Continuano a diagnosticarla, non ha bypassato i test“.

Potrebbe interessarti