Gossip

Amadeus svela le scelte dietro Sanremo e sui co-conduttori: “Tommaso Paradiso? Mi piace quando si vocifera”

Amadeus rivela qualche dettaglio del prossimo Sanremo, che vedremo in onda dall'1 al 5 febbraio, ma sulla partecipazione di Tommaso Paradiso mantiene il mistero
amadeus conduce sanremo

Amadeus è a un mese e mezzo dalla partenza della nuova edizione del Festival di Sanremo e le congetture su chi salirà al suo fianco sul palco dell’Ariston si fanno sempre più insistenti. Il nome su cui si scommette è quello di Tommaso Paradiso, che potrebbe affiancare il conduttore nella kermesse musicale, anche se Amadeus non vuole rovinare la sorpresa e tiene la bocca cucita. Non manca però di svelare alcuni dettagli sulla scelta delle canzoni che concorreranno per vincere Sanremo, che quest’anno raccoglie dei Big davvero di peso.

Amadeus pronto a Sanremo: chi l’affiancherà ancora un mistero

Il conduttore è stato ospite di Password su RTL 102.5, dove ha risposto ad alcune domande sulla prossima edizione di Sanremo.

In merito alle indiscrezioni che vogliono Tommaso Paradiso con un ruolo di primo piano, commenta: “Muto sono. Non dico nulla. A me piace quando si vocifera. Credo di essere stato già sul palco prima ancora di iniziare con almeno 30 signore dello spettacolo e non solo, anche tanti amici. È giusto che accada questo: Sanremo appartiene a tutti e tutti devono dire ciò che pensano. Io né confermo né smentisco“.

L’unico dettaglio che rivela è la scelta dei vestiti: “Ho scelto i tessuti.

I vestiti li faccio scegliere a mia moglie, perché sono anche daltonico un po’, infatti vesto sempre di nero e blu. Devo vedere i colori decisi: il giallo deciso lo vedo, i colori pastelli mi incasinano un po’“.

I Big a Sanremo: Amadeus li sceglie mentre guida

La scelta dei Big che partecipano a Sanremo provoca sempre qualche polemica, come accaduto con la mancata partecipazione dei Jalisse, ma per Amadeus è un processo certosino e per nulla facile. “Arrivano tra i giovani mediamente 800 canzoni più quelle di Area Sanremo quindi circa 50. Ascolto le canzoni più volte, guardo i video e mi leggo la biografia“, spiega il conduttore, “Dei Big quest’anno circa 330, di questi ne ho presi 22.

Le canzoni le ascolto in qualsiasi momento perché devo assimilarle tanto, non deve ascoltarle nessuno, è una decisione che prendo da solo. È la cosa più importante e anche più difficile del Festival secondo me. Ci tengo a non sbagliare la composizione dei cantanti in gara, per me Sanremo parte da lì. Le canzoni le ascolto ovunque: a casa, in macchina è fondamentale“.

Amadeus dichiara infatti che, lavorando a Roma e vivendo a Milano, passa molto tempo in auto: “Nel momento in cui ascolto una canzone mentre guido mi accorgo se ho voglia di alzare il volume o se mi distraggo: se ascolto una canzone e penso ad altro e la canzone è finita, allora vuol dire che forse non mi ha catturato.

Faccio una lista e poi dopo quattro giorni la cambio. Quando arriva la mia lista definitiva Sanremo è fatto. Impiego un mese e mezzo circa“.

L’emozione per il ritorno di Elisa a Sanremo

Una grande concorrente di quest’anno sarà Elisa, e il conduttore non nasconde la sua soddisfazione: “Torna dopo 21 anni sul palco di Sanremo, una gioia pazzesca. Quando mi hanno detto che avrebbe voluto farmi sentire la canzone per tornare in gara per me è stata una gioia“.

Tra l’organizzazione e gli artisti c’è molta fiducia: “I cantanti, secondo me, hanno un’importanza e visibilità maggiore se vengono in gara rispetto a quando vengono come ospiti. L’ospitata dura circa 5 minuti. Ho ufficializzato i nomi dei partecipanti il 4 dicembre: se si comincia a parlarne il 4 e si finirà il 5 febbraio a parlarne e poi ad ascoltare i brani che avranno una lunga vita. Una presenza al Festival dura mesi, non cinque minuti“.

Potrebbe interessarti