Politica

Laura Mattarella, chi è la figlia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: lavoro e vita privata

Dal 2015 Laura Mattarella accompagna il padre agli eventi ufficiali. Scopriamo chi è e cosa fa quando non è al fianco del Presidente della Repubblica.
Laura Mattarella, chi è la figlia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: lavoro e vita privata

L’Italia conosce la sua riservatezza dal 2015, anno in cui suo padre Sergio Mattarella ha iniziato a ricoprire la carica di Presidente della Repubblica italiana. Da quel momento Laura Mattarella, nata a Palermo il 2 dicembre 1968, affianca il padre negli eventi ufficiali, anche se di professione è un’avvocatessa. Un ruolo, questo al fianco del padre, che solitamente spetta alle consorti, ma il Presidente è rimasto vedovo della tanto amata moglie Marisa Chiazzese nel 2012. Oltre a questa importante veste di Laura Mattarella, però, c’è di più.

Laura Mattarella, una donna sempre in viaggio

La sua funzione di aiuto nella rappresentanza della Repubblica italiana negli eventi ufficiali ha portato Laura Mattarella a viaggiare molto per il mondo.

Accompagnando il padre nella visita ufficiale negli Stati Uniti d’America, ad oggi Laura Mattarella è la prima tra le figlie e le mogli dei Presidenti della Repubblica Italiana ad essersi spostata così tanto lontano dalla patria.  Non sempre, però, si è recata in visita in funzione di accompagnatrice. Possiamo ricordare i suoi viaggi autonomi in Vietnam, Camerun e Argentina tra il 2015 e il 2017, dove ha dato sostegno a campi profughi e vari centri ospedalieri per lo più dedicati a bambini.

Come ha dichiarato a Chi, crede fortemente nel miglioramento delle condizioni di vita dei più “disagiati” abbattendo i limiti della discriminazione e della povertà.

Nel 2019 è stata la madrina nella cerimonia di battesimo della nave ammiraglia più grande della storia d’Italia dalla fine della seconda guerra mondiale.

Sempre nel 2019, dimostrando il suo amore per il volontariato, inaugura, insieme alla Sindaca di Roma Virginia Raggi, il villaggio Race for The Cure per la prevenzione del tumore al seno.

Nel 2021 ha guidato l’inaugurazione della nuova accademia della guardia di finanza di Bergamo.

Laura Mattarella e i viaggi all’insegna della moda

Di notevole importanza è stato per Laura Mattarella il viaggio in Amman in cui ha potuto conoscere le donne cattoliche profughe, provenienti dall’Iraq, che presso un atelier realizzavano costumi, tappeti e foulard. La sua visita si concluse con un Padre Nostro, che la figlia del Presidente della Repubblica Italiana ha recitato in italiano, mentre le altre donne in aramaico.

I viaggi hanno dovuto subire uno stop a causa della pandemia da COVID-19, nell’estate del 2021, però, questi sono ripresi e padre e figlia si sono recati in Francia per una visita di Stato al Presidente Emmanuel Macron.

In quei giorni Laura Mattarella ha partecipato alla settimana della moda di Giorgio Armani a Parigi.

La propensione verso la politica della famiglia Mattarella

L’attitudine alle questioni politiche non è caratteristica solo del Presidente della Repubblica e di sua figlia, ma comprende gran parte dell’albero genealogico.

Bernardo Mattarella, nonno paterno di Laura Mattarella (quindi padre di Sergio Mattarella) è stato più volte ministro. Piersanti Mattarella (lo zio di Laura Mattarella) era il presidente della Regione Sicilia: è morto a seguito di un agguato mafioso nel 1980.

Lauro Chiazzese (nonno materno di Laura) fu Rettore dell’Università di Palermo.

Laura Mattarella: matrimonio e figli

Laura Mattarella è una donna molto riservata e discreta che concede raramente interviste, creando così intorno a sé un alone di mistero e curiosità.  Sappiamo, però, che è sposata con Cosimo Comella (nato nel 1961). Dal matrimonio sono venuti al mondo 3 figli: Manfredi (25 anni), Maria Chiara (22) e Costanza (18).

Cosimo Comella, come la moglie, è originario di Palermo. Di lui non si sa molto, all’Università di Pisa avrebbe conseguito la laurea in Scienze dell’Informazione.

All’Università di Roma Tor Vergata, invece, avrebbe assunto la mansione di funzionario informatico e in seguito quella di dirigente del Dipartimento tecnologie digitali e sicurezza informatica del Garante per la protezione dei dati personali.

Potrebbe interessarti