Cronaca Italia

Multa da 100 euro agli Over 50 non vaccinati, scoppia la polemica: “Obbligo da ridere”, “Buffonata”

Polemica per la multa una tantum da 100 euro per i no vax Over 50: da Roberto Burioni a Matteo Bassetti, i virologi sono concordi a definirla una "buffonata"
polemiche per la multa da 100 euro ai no vax

Polemiche per l’entità delle sanzioni per gli Over 50 che non adempiranno all’obbligo vaccinale previsto dall’ultimo decreto del Governo: la multa da 100 euro è considerata risibile da virologi e rappresentati dell’Ordine dei Medici, del tutto inefficace per spingere ad aderire alla campagna vaccinale. Cosa dice il passaggio del decreto rispetto alle multe e da quando scattano.

Virologi e medici contro la multa da 100 euro ai no vax Over 50: “Grottesca buffonata”

Tra le novità dell’ultimo decreto legge emanato per far fronte all’ondata di Covid-19 di questo periodo invernale, il Governo ha introdotto per la prima volta l’obbligo vaccinale, seppur limitato alla categoria degli Over 50.

Lavoratori e non, chi non abbia ancora provveduto avrà tempo fino al 1 febbraio per iniziare il ciclo vaccinale e dal 15 dello stesso mese scatta il Super Green Pass obbligatorio per lavorare sempre per la stessa fascia d’età. A far discutere tra gli esperti non è la misura in sé, ma la sanzione: 100 euro una tantum.

Durissime le prese di posizione: Roberto Burioni su Twitter l’ha definita una “grottesca buffonata” dal momento che la cifra è l’equivalente di due multe per divieto di sosta; “Se uno con 100 euro si libera del problema di vaccinarsi, a me viene da ridere.

Trovo che sia una multa assolutamente ridicola” è invece il parere riferito ad Adnkronos di Massimo Galli, virologo recentemente colpito dal Covid. Più duro Matteo Bassetti: “È una vera presa in giro per i vaccinati – ha detto ad Adnkronos Salute – È un provvedimento di poco buon senso frutto di mediazione politica probabilmente pre-elezione del Presidente della Repubblica“. Per Andrea Crisanti, si tratta di “un obbligo da ridere. Uno spende di più se gli rimuovono la macchina. Un no vax dice: te li pago e buonanotte“. L’unico che cerca di buttare acqua sul fuoco è Fabrizio Pregliasco: “È, per dirla alla Macron, un modo per ‘rompere’ ai no vax, mettendo dei paletti in tante situazioni per far sì che l’obbligo venga rispettato – riporta la stessa fonte – Quello che funziona è il green pass“.

Cosa dice il decreto legge sulle multe ai no vax Over 50

Nonostante lo sconforto dei virologi e medici, va fatta una specifica: la multa una tantum da 100 euro prevista per i no vax Over 50 riguarda infatti la sola messa in regola entro il 1 febbraio, poi scatteranno le altre sanzioni previste dai decreti per chi dovesse accedere ad attività o lavori per cui è richiesto il Super Green Pass.

Nel decreto legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è specificato infatti che una sanzione da 100 euro verrà comminata per coloro che alla data del 1 febbraio non avranno iniziato il ciclo vaccinale primario o che non hanno fatto la dose booster entro i termini di validità del Green Pass. Gli Over 50 che riceveranno l’avviso di provvedimento sanzionatorio avranno 10 giorni di tempo per comunicare eventuali esenzioni e differimenti dall’obbligo vaccinale.

Qualora non si rientri nei casi esenti e si decida di non vaccinarsi, si incorrerà in altre sanzioni: dal 15 febbraio è prevista una multa da 600 a 1.500 euro per i lavoratori che accedono al luogo di lavoro senza Super Green Pass; per chi invece volesse accedere a servizi che prevedono il Green Pass base senza esserne muniti, è prevista una multa da 400 a 1.000 euro dal 20 gennaio in poi.

Potrebbe interessarti