Cronaca Italia

Scuola, da lunedì 10 scattano le nuove regole contro il Covid: casi positivi, quarantena e Dad, cosa cambia

Riparte la scuola: tutte le nuove regole in caso di studenti positivi, dalla scuola materna fino alle superiori. Cosa cambia da lunedì 10 gennaio.
le nuove regole della scuola dal 10 gennaio

La scuola riparte, tra caos per le nuove regole e Regioni che hanno autonomamente rinviato il ritorno in aula. Lo scontro tra Governo e Regioni prosegue, ma intanto scattano le nuove regole di contrasto alla pandemia da Covid-19. In una nota, il Miur ha specificato caso per caso quali sono le nuove disposizioni per ogni ordine e grado.

Scuola, braccio di ferro tra Governo e Regioni: ripartenza rinviata in Campania e Sicilia

Non sarà un rientro facile per gli studenti: nel pieno della quarta ondata dovuta soprattutto alla variante Omicron, la scuola è diventata il principale terreno di scontro tra governo e amministrazioni territoriali.

Dopo la decisione di De Luca di rinviare l’inizio della seconda parte dell’anno scolastico in presenza a fine mese per la Campania – decisione osteggiata da alcuni genitori e per cui il Tar ha richiesto ulteriore documentazione – anche la Sicilia ha annunciato un rinvio di 3 giorni per valutare la situazione dal punto di vista logistico. Luca Zaia ha messo in guardia sul possibile “calvario” in arrivo, ma il Governo tira dritto.

Il Ministro Bianchi, a SkyTg24, ha dichiarato: “Abbiamo affermato il principio importante per tutti i bambini di questo Paese, per tutti i ragazzi e le ragazze, di avere una scuola in presenza“.

E aggiunge: “Lo abbiamo visto lo scorso periodo quanto fosse difficile anche poter gestire la scuola a distanza. Nel decreto abbiamo regolato anche la possibilità, laddove vi siano casi specifici e mirati, di un uso della didattica a distanza per un tempo preciso e in situazioni molto precise“. I contagi, dice, non sono avvenuti in classe e quindi il ritorno può effettuarsi “in sicurezza” e seguendo le nuove regole contro il Covid-19.

Scuola primaria, le regole da lunedì 10 dicembre

Come si legge nella nota del Miur, per il sistema integrato di educazione e di istruzione 0 – 6 anni, ovvero la scuola primaria, in presenza di un caso di positività in classe scatterà:

  • Sospensione della didattica per 10 giorni
  • Quarantena della medesima durata, da concludersi con un test di uscita negativo

Per il personale “che ha svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso, si applica la Circolare del Ministero della Salute 0060136-30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO)“.

Le regole dal 10 gennaio per la scuola primaria

Per quanto riguarda le scuole elementari o primarie, vengono stabilite regole diverse in caso di uno o più casi di Covid-19.

Con un solo caso:

  • Attività didattica: in presenza. Si raccomanda di consumare il pasto ad una distanza interpersonale di almeno 2 metri
  • Misura sanitaria: sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare da svolgersi prima possibile e di nuovo dopo 5 giorni. In caso di positività, va informata la scuola e si va in isolamento.

In caso di due positivi nella stessa classe:

  • Attività didattica: è sospesa l’attività in presenza, si applica la didattica a distanza per la durata di dieci giorni
  • Misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita – tampone molecolare o antigenico – con risultato negativo

Scuole medie e superiori, casi positivi e quarantena: le regole

Per quanto riguarda infine le scuole secondarie di I e II grado, ovvero medie e superiori, ulteriori specifiche in vigore dal 10 gennaio.

Con un positivo in classe:

  • Attività didattica: in presenza, con l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni; si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno due metri
  • Misura sanitaria: auto-sorveglianza

Con due casi positivi in classe variano in base allo stato vaccinale:

  • Per chi NON ha concluso il ciclo vaccinale primario, lo ha fatto da più di 120 giorni, è guarito da più di 4 mesi o senza richiamo: parte la didattica a distanza, quarantena di 10 giorni e test negativo alla fine.
  • Per chi è vaccinato, guarito da meno di 120 giorni o ha ricevuto il richiamo: didattica in presenza con mascherina Ffp2 per 10 giorni, pasti consumati non a scuola, distanza di due metri e auto-sorveglianza come misura sanitaria.

Infine, in presenza di almeno tre casi di positività nella classe:

  • Attività didattica sospesa in presenza per tutti, si applica la didattica a distanza per 1’0 giorni
  • Misura sanitaria: si applica quanto previsto dalla Circolare del Ministero della Salute
  • 0060136-30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO).

Potrebbe interessarti