Cronaca dal Mondo

Obbligo vaccinale contro il Covid-19 in Austria, è il primo Paese in Europa: “Decisione storica”

Con 137 voti a favore e 33 contrari, l'Austria è diventata il primo Paese d'Europa a introdurre l'obbligo vaccinale per tutti gli over 18: scatta da febbraio, previste multe ed eccezioni.
Obbligo vaccinale contro il Covid-19 in Austria, è il primo Paese in Europa: "Decisione storica"

L’Austria è il primo Paese europeo ad approvare l’obbligo vaccinale contro il Covid-19 per tutti gli over 18: la misura è passata con un’ampia maggioranza ed entrerà in vigore da febbraio. In Francia invece è pronto ad entrare in vigore il Super Green Pass: misura che l’Italia ha introdotto ormai da tempo.

L’Austria approva l’obbligo vaccinale per tutti gli Over 18

Il Kronen Zeitung, uno dei principali quotidiani austriaci, la definisce una “decisione storica“. Questa sera, 20 gennaio 2022, il Consiglio Nazionale austriaco ha approvato con larghissima maggioranza l’introduzione dell’obbligo vaccinale per tutti gli over 18 residenti in Austria.

137 i voti a favore, solo 33 quelli contrari: il cancelliere Karl Nehammer è riuscito a mettere d’accordo anche due su tre partiti all’opposizione, portando così l’Austria ad essere il primo Paese in Europa a introdurre il vaccino obbligatorio per legge per tutti. Una misura di cui si parlava da mesi e che è ora è effettivamente realtà: “Secondo noi, è essenziale – le parole del cancelliere riportate dalla fonte estera – Anzi, si può dire che la vaccinazione sia l’unica cosa che può davvero impedire ulteriori limitazioni alla nostra libertà“.

Da febbraio, quindi tutti i cittadini maggiorenni con residenza principale o secondaria in Austria (compresi operatori sanitari e pendolari settimanali) dovranno vaccinarsi con uno dei vaccini approvati contro il Covid-19, pena una multa fino a 3.600 euro.

Ci sono alcune eccezioni: le donne in gravidanza, chi non può per motivi medici e coloro che sono guariti da meno di sei mesi saranno per ora esentati dall’obbligo vaccinale.

Super Green Pass in Francia a partire da lunedì 24 gennaio

L’Italia, per il momento, ha optato per un obbligo vaccinale solo per gli over 50: una misura che va di pari passo con l’inasprimento dell’utilizzo del Green Pass base.

Da metà febbraio servirà infatti il Super Green Pass, ottenibile tramite vaccinazione o guarigione, per accedere al luogo di lavoro se si è in quella fascia d’età. Uno strumento, quello della certificazione verde rafforzata, che entrerà in vigore anche in Francia a partire dal prossimo lunedì 24 gennaio. Come riportano le fonti francesi, il “pass vaccinale” prenderà il posto di quello sanitario, ottenibile con il semplice tampone negativo. Di contro, dal 2 febbraio la Francia eliminerà l’obbligo di mascherine all’aperto e i limiti di pubblico negli stadi ed eventi.

Potrebbe interessarti