Spettacolo

Blanco segna un nuovo record nella storia del Festival di Sanremo con la sua vittoria: ecco di che si tratta

Blanco ha stabilito un nuovo record nella storia della longeva kermesse musicale con la sua vittoria al Festival di Sanremo 2022. Prima di lui il primato apparteneva a Valerio Scanu.
Blanco segna un nuovo record nella storia del Festival di Sanremo con la sua vittoria: ecco di che si tratta

il 5 febbraio si è concluso il Festival di Sanremo e ad aggiudicarsi il podio è stato il brano Brividi, proposto da Blanco e Mahmood. Mentre però quest’ultimo ha già partecipato alla kermesse musicale in diverse occasioni, per il giovane Riccardo Fabbriconi si è trattata della prima volta sul palco dell’Ariston. E proprio in tal senso il ragazzo ha segnato un nuovo record nella storia del Festival.

Blanco, il record che ha stabilito al Festival di Sanremo 2022

In questi giorni non si parla d’altro se non della vittoria di Blanco e Mahmood al Festival di Sanremo 2022, arrivata grazie al brano Brividi.

Non è solo la canzone, però, ad aver attirato l’attenzione ma anche la giovane età di Riccardo Fabbriconi – nome all’anagrafe dell’esordiente alla kermesse musicale.

Blanco infatti è nato il 10 febbraio 2003, per cui – al momento della vittoria – aveva solo 18 anni. Un vero e proprio record per lui, considerando che questo lo ha reso il più giovane artista maschile a vincere la competizione. Prima di lui il primato apparteneva a Valerio Scanu, che ha vinto all’età di 19 anni. Vediamo insieme quali altri artisti hanno segnato record simili.

Sanremo, i primati segnati dagli artisti durante i 72 anni del Festival

Quest’anno, dunque, Blanco non solo ha vinto la 72ª edizione del Festival di Sanremo, ma proprio questo gli ha consentito di raggiungere il traguardo di artista maschile più giovane a salire sul podio della kermesse musicale.

Come anticipato il primato prima apparteneva a Valerio Scanu, che ha partecipato alla 60ª edizione con il brano Per tutte le volte che…. A ben vedere però il record assoluto (considerando dunque artisti maschili e femminili) non appartiene a Riccardo Fabbriconi ma all’iconica Gigliola Cinquetti, che nel 1964 ha vinto la competizione alla tenera età di 16 anni (con il brano Non ho l’età).

Il primato inverso, per l’artista più “maturo” che ha vinto il primo premio, appartiene invece a Roberto Vecchioni, che l’ultima volta ha partecipato (e vinto) al Festival nel 2011 all’età di 67 anni con la canzone Chiamami ancora amore. Tra i volti femminili meno giovani che ad oggi hanno conquistato il podio c’è Iva Zanicchi, che nel 1974 ha trionfato con Ciao cara come stai? – traguardo che ha inoltre segnato un altro record, quello come artista donna che ha vinto più edizioni.

Potrebbe interessarti