Politica

I russi prendono la centrale nucleare di Zaporizhzhya mentre riprendono i corridoi umanitari

Annunciato un nuovo incontro tra le parti, questa volta tra Sergei Lavrov e il capo della diplomazia di Kiev, il primo tra loro dall'inizio del conflitto. Oggi riprendono i corridoi umanitari.
I russi prendono la centrale nucleare di Zaporizhzhya mentre oggi riprendono i corridoi umanitari

La lunga giornata di ieri si era conclusa con il Presidente deglI Stati Uniti Joe Biden che annunciava l’embargo energetico nei confronti della Russia, nella notte, però, a Kiev sono tornate a suonare le sirene. Oggi riprenderanno i corridoi umanitari ma nelle scorse ore almeno una persona è morta mentre altre 14 sono rimaste ferite nei bombardamenti sulla zona di Okhtyr, in Ucraina, hanno rivelato le autorità di Sumy, riporta AdnKronos.

Guerra Russia e Ucraina: cosa succede oggi

La Russia ha dichiarato una nuova tregua temporanea che comincerà alle 10 circa di questa mattina per i corridoi umanitari.

Il ministero della Difesa russo ha spiegato che saranno inviate alla vicepremier dell’Ucraina Iryna Vereshchuk le informazioni sui corridoi umanitari da Kiev, Chernihiv, Kharkiv e Mariupol. Secondo quanto riportano le autorità ucraine ieri 5.000 persone avrebbero lasciato la zona al confine con la Russia.

La centrale nucleare di Zaporizhzhya

Intanto nelle ultime ore, la Guardia nazionale russa ha rivelato che la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhya sarebbe ora sotto il loro controllo, la notizia arriva dall’agenzia russa Ria Novosti e tutto funzionerebbe normalmente.

Nelle ultime settimane si è parlato molto del Nord Stream 2, società che gestisce il secondo gasdotto tra Russia e Germania, che ha dichiarato fallimento.

È tornata sull’argomento la sottosegretaria agli Esteri americana, Victoria Nuland, che ha dichiarato “è morto e non può essere resuscitato” aggiungendo che il Nord Stream 2 “è un grosso pezzo di metallo in fondo al mare“.

Nuovo incontro tra Russia e Ucraina

Intanto il ministero degli Esteri di Mosca conferma l’incontro tra Sergei Lavrov e il capo della diplomazia di Kiev, Dmytro Kuleba. L’incontro tra i due, il primo che avviene da dopo l’invasione, si terrà in Turchia: “Riteniamo che dal momento che l’Ucraina ha confermato, l’incontro si terrà, in particolare perché su iniziativa della Turchia, che ospita l’appuntamento a margine del quale è previsto l’incontro“, ha spiegato Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo.

Lavrov sarebbe in partenza già nella giornata di oggi per partecipare all’incontro.

Potrebbe interessarti