Cronaca dal Mondo

Trump sull’Ucraina: “Può portare alla Terza Guerra Mondiale” e incolpa Biden preparando la corsa per la Casa Bianca

Donald Trump dichiara che l'invasione dell'Ucraina può portare alle Terza Guerra Mondiale, e sarebbe una responsabilità di Joe Biden. L'ex presidente scalda i motori in vista degli importanti appuntamenti elettorali.
donald trump

Donald Trump sta preparando il campo per la sua ricandidatura alle prossime elezioni presidenziali, ma prima ci sono le Midterm in cui i repubblicani contano di riconquistare il Congresso. La durissima campagna elettorale si gioca anche sull’invasione dell’Ucraina, che secondo il precedente presidente degli Stati Uniti d’America potrebbe condurre a una Terza Guerra Mondiale. L’escalation del conflitto sarebbe da imputare a Joe Biden che, secondo Trump, avrebbe reso debole gli Stati Uniti e permesso a Vladimir Putin di alzare la testa.

Trump e la “Terza Guerra Mondiale” che si rischierebbe con l’invasione in Ucraina

È tornato ad abbracciare il suo popolo, Donald Trump, con il Save America Rally, evento che scalda i motori dei repubblicani prima delle Midterm di novembre.

Un trampolino che dà slancio anche a una possibile ricandidatura per la corsa alla Casa Bianca nel 2024, ma The Donald vuole vedere quali risultati porteranno i repubblicani a novembre prima di annunciare la sua scesa in campo. Nel frattempo si combattono i democratici senza pietà e cambiano anche i temi: non solo inflazione, aumento dei prezzi e gestione del coronavirus, non quando la narrazione sta cambiando per la guerra in Ucraina.

Joe Biden ha visto i sondaggi che lo vedevano al minimo storico di gradimento risalire dall’inizio della crisi estera, con i dem che spingono per rimodulare il messaggio pre-elettorale di conseguenza. E Trump non è da meno, usando toni come sempre sopra le righe per controbattere alle scelte politiche degli avversari. A Florence, nella Carolina del Sud, il messaggio è stato chiaro: “Questo potrebbe portarci alla Terza Guerra Mondiale. Lo vedo succedere“, ha dichiarato, “Se pensate che Putin si fermerà, andrà sempre peggio. Non lo accetterà e non abbiamo nessuno che parli con lui.

Voi avevate qualcuno che parla con lui, me. Nessuno è stato così duro con la Russia di me“.

L’attacco a Joe Biden sulla crisi Russia-Ucraina

Più che colpevolizzare Putin, Trump indirizza la sua furia verso Joe Biden, il presidente che gli ha strappato la rielezione 2 anni fa. Si dichiara “l’unico presidente in quasi quattro decenni a non portare l’America in nuovi conflitti“, definendo l’amministrazione Biden “il punto più basso nella storia del nostro Paese. Joe Biden ha fallito nell’impedire l’oltraggiosa invasione russa dell’Ucraina“.

Secondo Trump, Putin non avrebbe mai invaso l’Ucraina se ci fosse stato lui alla Casa Bianca, perché la sua “personalità è quello che ci ha tenuto fuori dalla guerra“.

L’accusa contro l’attuale presidente è, inoltre, di essere “fisicamente e mentalmente in difficoltà” nel “più importante momento della nostra storia“.

Trump ha definito Putin un “genio” prima dell’invasione

L’invasione dell’Ucraina ha creato comunque un certo imbarazzo per i repubblicani, molti dei quali si erano dichiarati in passato ammiratori di Vladimir Putin. Non ultimo lo stesso Trump, che poco prima dell’invasione dell’Ucraina aveva definito “furbo” e “genio” il capo del Cremlino, durante un’intervista radiofonica a The Clay Travis and Buck Sexton Show.

Putin dice ‘È indipendente’, una larga porzione dell’Ucraina. Io dico, ‘Quanto è intelligente questo’. Lui andrà lì e sarà un pacekeeper (forze internazionali con lo scopo di mantenere la pace, nda)“, ha dichiarato Trump, “Questa più la più forte forza di pace… Potremmo usarla sui nostri confini a Sud. (…) Ecco un tizio che è veramente di buon senso… Lo conosco molto bene. Molto, molto bene“.

Potrebbe interessarti