Cronaca Nera

Omicidio Carol Maltesi, l’iniziativa degli amici della giovane mamma per aiutare il suo bimbo

Gli amici di Carol Maltesi hanno messo in campo un'iniziativa volta a sostenere il bimbo della 26enne, uccisa e trovata in alcuni sacchi, nel marzo scorso, in una zona di campagna a Borno.
Omicidio Carol Maltesi, l'iniziativa degli amici della giovane mamma per aiutare il suo bimbo

Gli amici di Carol Maltesi si mobilitano per aiutare il suo bimbo di 6 anni dopo il trauma della perdita della sua mamma. Così chi conosceva la giovane, uccisa a 26 anni in modo atroce, ha deciso di avviare un’iniziativa per sostenerlo in questi durissimo momento. Pochi giorni fa, sui social, l’appello del padre della vittima per l’ultimo saluto.

Omicidio Carol Maltesi, una raccolta fondi dagli amici per il figlio della giovane uccisa

Nella tragedia della 26enne Carol Maltesi – uccisa e trovata in condizioni atroci il 21 marzo scorso, i resti del cadavere fatto a pezzi nascosti in alcuni sacchi gettati in un dirupo a Borno (Brescia) – c’è un’altra vittima che oggi ha bisogno di sostegno: il figlio di 6 anni.

Lo sottolineano gli amici della giovane, per spiegare il motivo che li ha spinti ad avviare una raccolta fondi su GoFundMe– dopo quella lanciata dal padre per il funerale – per aiutare il piccolo dopo il dramma.

Pochi giorni fa, il papà di Carol Maltesi aveva affidato ai social uno sfogo contro l’uomo oggi in carcere accusato di essere l’autore dell’efferato delitto. Parole durissime con cui il genitore si era scagliato contro Davide Fontana, 43enne reo confesso mesi dopo l’omicidio della giovane.

Il messaggio degli amici di Carol Maltesi: “Le vittime collaterali rimangono al buio

Sulla stessa piattaforma in cui è aperta la raccolta fondi per il figlio di Carol Maltesi, gli amici e colleghi della 26enne, Juan, Ginevra e Vito Shade, scrivono un messaggio che spiega il perché della loro iniziativa: “Quando i riflettori dei media si spengono le vittime collaterali rimangono al buio.

In particolare il figlio di Carol, rimasto prematuramente senza la figura materna, oggi ha bisogno di tutti noi e a lui è indirizzata questa raccolta fondi, per il suo futuro, per la sua vita. (…) I fondi andranno interamente al figlio di Carol, tramite il padre con cui siamo in contatto“.

Potrebbe interessarti