Cronaca Italia

Violento incendio distrugge enorme area boschiva nella notte in provincia di Varese. Il video

Ad Angera è divampato un terribile incendio che ha provocato ingenti danni alla zona boschiva e ha costretto all'evacuazione decine di residenti.
Violento incendio distrugge enorme area boschiva nella notte in provincia di Varese. Il video

Un terribile incendio ha sconvolto l’area boschiva di Angera, nei pressi del Lago Maggiore. Si lavora per quantificare i danni prodotti dalle fiamme e per capire che cosa possa aver innescato l’incendio.

Incendio ad Angera, Varese: le stime dei danni provocati dalle fiamme

Le fiamme sono divampate a partire dal pomeriggio di ieri, venerdì 15 aprile, nella zona boschiva del monte San Quirico ad Angera, in provincia di Varese. L’incendio si è propagato con rapidità, distruggendo nove ettari di bosco e costringendo all’evacuazione 50 persone. Durante la notte, il fuoco si è infatti spinto fino ad alcune case sul limitare dell’area boschiva e ha sfiorato anche la chiesa situata sulla cima del monte.

L’evacuazione era stata predisposta in via precauzionale dal sindaco di Angera, Alessandro Paladini Molgora. Le fiamme sono state avvistate anche dalla sponda piemontese del Lago Maggiore e dalla provincia di Milano, e sono state contenute con l’intervento di un presidio permanente dei Vigili del Fuoco.

Si indaga per capire le cause dell’incendio divampato ad Angera

Il terribile incendio è stato domato verso mezzogiorno di oggi, quando i Vigili del Fuoco hanno comunicato che non fossero più presenti fiamme attive.

Il lavoro di spegnimento e contenimento è durato per tutta la notte, per arrestare la lingua di fuoco che si è inerpicata per il monte San Quirico avanzando su più fronti. L’andamento e lo sviluppo dell’incendio è stato seguito dall’alto dal nucleo Sapr, Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, che è rimasto costantemente in contatto con i Vigili del Fuoco.

Ad Angera sono operativi 3 Canadair della flotta aerea nazionale, provenienti da Genova e da Roma, oltre a 2 elicotteri del servizio antincendio regionale. A terra sono invece attivi 10 automezzi con 25 Vigili del Fuoco e 35 volontari dell’Antincendio Boschivo.

Le cause dell’incendio al momento restano ancora conosciute. Nel frattempo, nella giornata di ieri la protezione civile della Regione Lombardia ha diramato un’allerta arancione per incendi boschivi.

Potrebbe interessarti