Vai al contenuto

Allarme Dengue, Matteo Bassetti preoccupato: “Bisogna avvisare tutti con un sms”

Pubblicato: 13/02/2024 14:55
allarme Dengue Matteo Bassetti

È allarme Dengue in Sudamerica. I casi registrati in Brasile di questa malattia tropicale hanno superato quota mezzo milione. Mentre in Argentina l’infezione trasmessa dalle zanzare è stata rilevata in oltre la metà delle province del Paese. Numeri che fanno preoccupare l’infettivologo Matteo Bassetti che lancia un chiaro avvertimento agli italiani.
Leggi anche: “4 milioni di contagi”. Dengue, la malattia che arriva dal Brasile e fa tremare il mondo: cos’è

Secondo gli ultimi dati diffusi dal ministero della Salute brasiliano, aggiornati al 12 febbraio, sono 512.353 i casi sospetti di Dengue registrati nelle prime sei settimane del 2024: quasi il quadruplo rispetto ai 128.842 dell’anno precedente. I morti confermati da inizio anno sono invece 75. Il paese sudamericano ha così deciso di avviare una campagna di vaccinazione di massa. Intanto in Argentina i casi rilevati sono 39.544 casi con 29 decessi.
Leggi anche: Virus Dengue, scatta l’allarme anche in Italia: controlli in porti e aeroporti

Le parole di Matteo Bassetti

In Italia al momento la situazione non è così allarmante, visto che i casi autoctoni di Dengue registrati sono 82 su un totale di 280. Ma Matteo Bassetti non dorme certo sonni tranquilli. “Chi si reca in Brasile e ha già avuto la Dengue proceda con la vaccinazione, perché in questo momento la malattia è fortemente endemica in tutto il Sud America. – spiega ad Adnkronos Salute il direttore del reparto di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova – E poi serve informare chi rientra dal Brasile che, se ci sono sintomi compatibili con la Dengue, deve avvisare il proprio medico per fare il test: questo si può fare con avvisi o messaggi sul cellulare a chi sta viaggiando e rientra in Italia, anche attraverso le triangolazioni dei voli, così da intercettare i possibili casi”.

“In un Paese come il nostro, che già ha avuto casi endemici, ci potrebbero essere tanti altri contagi autoctoni. Serve uno sforzo di prevenzione e comunicazione, ma mi pare che ci sia poca informazione anche sui media”, conclude Bassetti.
Leggi anche: Dengue, in 20 anni casi decuplicati, l’OMS allarma: “Italia con più casi in Europa, rischio elevato”

Ultimo Aggiornamento: 14/02/2024 12:55