Vai al contenuto

Gaza, bambino scampa a un raid aereo ma poi muore schiacciato da un pacco di cibo

Pubblicato: 18/04/2024 15:34

Dalla Palestina arriva una storia che strazia il cuore. Zein Oroq aveva solamente 13 anni. Era sopravvissuto a un attacco aereo che distrusse la sua casa e uccise 17 membri della sua famiglia. Il destino però è stato di gran lunga più crudele.
Leggi anche: Gaza, Sabreen Erooh nasce dalla madre morta dopo un bombardamento e diventa simbolo di speranza

A ucciderlo, la scorsa settimana, è stato un lancio di aiuti: Zein è stato colpito alla testa da uno dei pacchi mentre correva nel disperato tentativo di afferrare una lattina di fave, riso o farina. “La prima volta, quando la casa è stata colpita da uno sciopero, è uscito da sotto le macerie con ferite alla testa, alla mano e alla gamba, Dio lo ha salvato”, ha detto il nonno di Zein, Ali Oroq.
Leggi anche: “Pronti a utilizzare un’arma mai vista”. Israele, l’annuncio che fa tremare il mondo

La storia del piccolo Zein

A novembre era rimasto sotto le macerie per ore, sopravvivendo a quell’attacco israeliano. Mahmoud, il padre di Zein racconta il terribile incidente della scorsa settimana: “Mentre cadevano i paracadute, una cassetta del pronto soccorso lo ha colpito alla testa. La folla intorno non ha prestato attenzione al ragazzo: anche loro erano affamati. Ha riportato una ferita alla testa e delle fratture al bacino, al cranio e all’addome. Poi, a causa del flusso di persone, la pressione su di lui è aumentata”. Zein è stato portato in seguito in ospedale, dove è morto domenica.

“Mio figlio è così prezioso, è stato il mio sostegno, tutta la mia vita, la mia prima gioia in questo mondo, il mio figlio più grande, possa riposare in pace”, ha infine raccontato Mahmoud.

Israele ha condotto un’offensiva militare mortale sulla Striscia di Gaza dopo l’attacco transfrontaliero del 7 ottobre guidato da Hamas in cui sono rimasti uccisi circa 1.200 israeliani. Da allora, quasi 33.900 palestinesi, per lo più donne e bambini, sono stati uccisi a Gaza e oltre 76.500 sono rimasti feriti a causa della distruzione di massa e della carenza di beni di prima necessità.
Leggi anche: Tajani pronto all’invio di truppe: “Siamo amici di Israele ma vogliamo la pace”

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 23/04/2024 08:27