primo piano di meghan markle

L’attesa notizia è arrivata e contro ogni pronostico che parlava di “bebè già nato”, Meghan Markle è appena entrata in travaglio. I primi a lanciare la notizia sono state fonti particolarmente vicine a Sky News. È dunque finita l’agognata attesa: il baby royal è in arrivo e in pochi minuti sui social si è scatenato il toto-nome dell’anno!

Meghan Markle sta partorendo

C’è l’ufficialità: Buckingham Palace ha confermato che la duchessa di Sussex, Meghan Markle, è entrata in travaglio. Il piccolo baby royal più atteso di sempre dunque è ormai ad un passo dalla nascita.

Ancora non si conoscono né il sesso né il nome ma il più piccolo dei Windsor è già una vera star e lo deve sicuramente alla sua mamma, fin da sempre, contro tendenza.

Meghan Markle in volo verso la California dopo il parto?

Il figlio di Meghan e Harry è sicuramente uno dei più attesi e la gravidanza della duchessa di Sussex è stata sicuramente, invece, una delle più chiacchierate. A far parlare sono state in questi mesi le prese di posizione della Markle, restia a seguire la “tradizione” di Buckingham Palace.

Che la Markle sia “trasgressiva” d’animo, lo si era capito fin dall’inizio quando aveva deciso di sottrarsi da alcuni retaggi del passato particolarmente cari, delle vere “gelosie” per i Windsor. Intanto è sicuro che che Meghan Markle non apparirà sui gradini dell’ospedale con in mano il regale fagotto come aveva invece fatto Kate Middleton. Proprio su questo invece, la Markle aveva voluto esprimersi dicendosi dispiaciuta per la cognata, lasciata sola, neo mamma, in balìa dei media. Un’altra certezza decisamente “fuori moda” se l’etichetta dei Windsor può essere così ironicamente descritta: è fortemente probabile che Meghan Markle si trasferisca, molto lontano dalla famiglia reale.

Con tutta probabilità la Markle potrebbe trasferirsi, post parto, insieme a Principe e “principino”, in California vicino alla madre Doria, trasgredendo ancora. Una scelta che la Markle potrebbe aver contemplato proprio pensando alla “tranquillità” che nel Regno Unito non avrebbe.