pamela pratiin primo piano

Diventa davvero intricatissimo il caso del matrimonio di Pamela Prati, giunto ormai ad essere considerato più una barzelletta che una cerimonia. Anche inserire di giorni in giorno nuovi tasselli è ardua impresa senza perdere per strada dettagli rilevanti. Il matrimonio, come tutti sanno, è stato annullato e durante l’ultima puntata di Verissimo, ove Pamela Prati è stata ospite, l’ha vista uscire di gran leva dallo studio di fronte alle domande mirate della Toffanin, ormai del tutto miscredente. Dopo le minacce con l’acido, l’ultimo aggiornamento lo riporta Dagospia che ha lavorato di fino sulle tracce di Mark Caltagirone sui social.

Pamela Prati: non le crede più nessuno

Qualcuno che difende Pamela Prati e le sue due manager, Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo, c’è ma sono davvero molto pochi.

La verità è che più nessuno è disposto a credere più di quanto già non abbia fatto e a prendere le distanze da quella che sembra essere la truffa mediatica del secolo sono i colossi della televisioni, li stessi che le hanno dato risalto in questi mesi: Barbara d’Urso, Mara Venier e Silvia Toffanin. Chi bazzica nel mondo del gossip avverte la puzza di bruciato e ormai non c’è più nulla, sembra, che possa salvare la rovinosa deriva della Prati.

A Verissimo l’ultimo atto della soap opera

Dell’ultima apparizione pubblica della Prati a Verissimo – che ancora deve essere mandata in onda – sappiamo che è stata molto travagliata. Prima l’apologia della Prati, poi le domande insistenti e lecite della Toffanin, poi di nuovo la Prati che si alza e lascia lo studio per poi ritornare mentre, in tutto questo, la manager Eliana Michelazzo scoppia in lacrime sotto i riflettori. Tante novità, tanti aggiornamenti, tanti dubbi ma sempre e solo una costante: Mark Caltagirone, il senza volto.

La denuncia della Prati: “Minacciata con l’acido

Il basilisco che nessuno ha mai visto, e che quei pochi che hanno visto non hanno mai potuto descrivere perché morti, continua ad essere un’incognita che lascia la futura sposa Prati alla mercé delle critiche, continuando a tenere molto più alla sua riservatezza che alla gogna pubblica della sua compagna.

Tant’è che come racconta la Prati alla Toffanin, le intimidazioni si sono concretizzate in bigliettini: “Mi hanno minacciato con l’acido.

Il giallo dei profili falsi: Silvia Sbrigoli, l’utente inesistente

Le penne di Dagospia calcano oggi la mano su un nome e un cognome, quello di Silvia Sbrigoli. Una figura del tutto secondaria ma che farebbe parte del cast del film diretto dalla Perricciolo e dalla Michelazzo. Tale Silvia Sbrigoli, non è più attiva su Facebook da un po’ ma il suo profilo non è scappato alla rapidità degli screenshots di Dagospia. Anche Silvia Sbrigoli però non sembra esistere, proprio come il Mark Caltagirone alla quale si rivolgeva su Facebook.

Flora Pellino e Pamela Camassa: l’inconsapevole coinvolgimento?

In più occasioni venivano registrati già nel 2018 degli scambi social tra i due profili che ora non sono più attivi su Facebook. Lei che gli dedica una canzone, lei che lo elogia in qualità di padre, lei che si rivolge al figlio Sebastian augurandogli una pronta guarigione. Un profilo che, a detta di Dagospia, sarebbe stato creato ad hoc per rafforzare, dare credibilità alla figura di Mark Caltagirone come a dire “esiste, è su Facebook, si scambia messaggi e commenti con amici come Silvia Sbrigoli”.

Peccato però che il lavoro minuzioso di Dagospia abbia accuratamente passato al vaglio il profilo di questa ragazza accorgendosi di dettagli che confermano le peggiori ipotesi. La donna nella foto di profilo, non è tale Silvia Sbrigoli e non perché sappiamo che volto ha, ma perché come sottolinea Dagospia, quel volto appartiene ad un’altra donna, una nota influencer Flora Pellino. Stesso procedimento, analizzando un video caricato da Silvia Sbrigoli in cui canta una canzone dedicandola a Mark Caltagirone, fa emergere come nell’inquadratura non ci sia una persona a caso, come può essere la Sbrigoli, ma una persona precisa, Pamela Camassa. Un’irriconoscibile, oltretutto, Pamela Camassa che fa presupporre che sia stato appositamente creato: il locale in cui viene immortalata era lo stesso frequentato, a detta di Dagospia, dalle due manager.

*immagine in alto: Pamela Prati a Verissimo (frame)