Cronaca

Roma, stuprata fuori dalla discoteca: fermato un 25enne

Un ragazzo di 25 anni fortemente indiziato è stato fermato dalla Squadra Mobile di Roma per lo stupro della ragazza di 21 anni avvenuto fuori dalla discoteca Factory Club lo scorso maggio
donna a terra stuprata

Filtrano novità riguardo lo stupro avvenuto a metà del mese di maggio in quel di Roma, fuori dalla discoteca Factory Club. Trattasi di uno stupro che una ragazza di 21 anni di origine etiope denunciò essere avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 maggio: per il reato è stato eseguito un fermo di indiziato di delitto.

Stuprata fuori dal Factory Club di Roma

A dare l’ok per procedere con il fermo di indiziato di delitto è stata la Procura della Repubblica che ha così fatto eseguire il provvedimento dalla Squadra Mobile di Roma.

La denuncia risale al 19 maggio scorso quando una ragazza di appena 21 anni venne soccorsa dai titolari del locale dopo aver subito uno stupro perpetrato presumibilmente da 3 persone.

La ragazza, trovata in lacrime, venne immediatamente tranquillizzata e sottoposta a controlli medici che confermarono a distanza di poche ore la presenza sul suo corpo di lesioni compatibili con la violenza sessuale denunciata. Come raccontarono gli stessi titolari all’AdnKronos: “La ragazza è stata stuprata fuori, quando è rientrata in lacrime io e mio fratello l’abbiamo soccorsa.

Piangeva disperata, non riusciva a parlare“.

Fermato un 25enne romeno

Di conseguenza venne aperto dalla Procura di Roma un fascicolo d’inchiesta per violenza sessuale di gruppo e la polizia acquisì le immagini delle telecamere e del fotografo della serata al fine di vagliarle per poter individuare gli abusanti.

Dopo mesi indagine, arriva oggi conferma che la Squadra Mobile di Roma ha eseguito il decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura nei confronti di un ragazzo di 25 anni e di origine romena.

Gli investigatori proseguono con le indagini

Il ragazzo, gravemente indiziato per violenza sessuale, sarebbe uno degli aggressori che avrebbero perpetrato la violenza sulla 21enne nel locale non lontano dallo stadio Olimpico.

Ovviamente l’indagine non può dirsi conclusa: continua il lavoro degli investigatori sull’indiziato ma soprattutto sull’identificazione delle altre persone che sarebbero state coinvolte nella triste vicenda.

Potrebbe interessarti