conte e mattarella

Dopo la seduta in Senato di ieri è “deragliato” sulla Tav il governo italiano. Acuiti i dissidi interni tra Lega e Cinque Stelle, la distanza tra le due parti è diventata un abisso in cui si è insinuata una crisi dapprima malcelata, ora palese e sotto agli occhi di tutti. Di questi momenti la notizia che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è salito al Quirinale.

Conte in colloquio con Mattarella

Sergio Mattarella ha incontrato Giuseppe Conte, il premier italiano. L’alleanza che sinora ha permesso al governo gialloverde di muovere i propri passi all’indomani della seduta sulla Tav è quanto mai debole e fragili, sull’orlo di una deriva.

Il gesto di Conte di questi ultimi momenti rende ancor più manifesta la tesa e difficile situazione governativa: dopo aver annullato impegni e appuntamenti, il presidente del Consiglio ha infatti lasciato Palazzo Chigi per salire i gradini verso il Quirinale, verso la stanza in cui ad attenderlo c’era il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, chiamato in causa per consultazione. Da quanto si apprende, il colloquio è stato intenso e durato circa un’ora.

Non è dato sapere il contenuto della discussione tra Mattarella e Conte: al momento, è stato solo possibile notificare gli spostamenti e l’apparente distensione sul viso di Conte post incontro.

Niente crisi di governo?

Aggiornamento ore 13.54: Fonti del MoVimento 5 Stelle avrebbero riferito ad alcune testate che la possibilità di un governo tecnico è considerata “una follia”. Secondo ultimi aggiornamenti, il premier avrebbe fatto una visita a scopo d’informativa con Mattarella, ma non è affatto detto che abbia proposto le sue dimissioni.