Rita dalla Chiesa

Nella giornata in cui la Corte Costituzionale ha deliberato sul tema dell’ergastolo ostativo, arriva l’amaro commento di Rita dalla Chiesa. La donna, figlia del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, è molto critica col provvedimento.

I mafiosi festeggiano

Dal suo profilo twitter, la conduttrice Rita dalla Chiesa ha espresso rabbia e amarezza per il provvedimento della Corte Costituzionale. A seguito della condanna della Corte Europea per i diritti dell’uomo, infatti, l’Italia ha dovuto correggere la misura che prevedeva di non concedere permessi premio ai detenuti, neanche quelli affiliati a cosche mafiose. Una condanna, quella europea, che per molti non comprende la reale minaccia che la mafia e i suoi affiliati possono ancora portare all’Italia.


Per questo motivo Rita dalla Chiesa si è sfogata, condividendo un articolo di Dagospia: “Avranno brindato come la notte in cui uccisero mio padre, Emanuela e Domenico Russo. La famosa giustizia ingiusta”. Secondo la donna, gli assassini di suo padre potrebbero essere tra gli ergastolani ostativi interessati dal provvedimento.

La singolarità della mafia

Con la delibera della Corte Costituzionale, da oggi anche i condannati che non collaborano potranno ricevere dei permessi premio. Per farlo, tuttavia, dovranno stare a determinare condizioni, tra cui la certezza che non abbiano più contatti con la criminalità organizzata e che non ne faccia più parte.


Una specifica per molti ritenuta superficiale, che sottovaluta il modus operandi e l’appartenenza dei boss ai clan mafiosi. Maria Falcone, sorella di Giovanni, ha dichiarato nei giorni scorsi che la sentenza della Corte Europea non considera “la natura del tutto singolare della criminalità organizzata nel nostro Paese”. Una singolarità che ha reso necessario il ricorso all’ergastolo ostativo per tutti questi anni.
Rita dalla Chiesa si è sempre battuta per garantire che i boss dei clan mafiosi non possano più avere contatti e quindi continuare a governare le cosche.

Recentemente, si è anche opposta alla scelta di togliere la scorta al Capitano Ultimo. Sulla vicenda ha fatto anche un altro tweet, sempre ironico, condividendo la prima pagina del Giornale.