bimbi scuola elementare

La maestra Orsola non riesce a riprendersi dalla morte del piccolo Leonardo, il bimbo di 5 anni caduto dalle scale a Milano. 

È lei, infatti, che qualche giorno fa ha permesso che il piccolo Leo andasse in bagno accompagnato dalla bidella ed ora non sa andare oltre il rimpianto di non esserci stata mentre il piccolo tornava in classe. Così ha deciso di esprimere pubblicamente il suo dolore, scrivendo una lettera aperta a Il Corriere della Sera, rivolta alla madre del piccolo.

Tornare indietro per poter evitare la tragedia

Un unico desiderio occupa la mente della maestra Orsola: tornare indietro nel tempo.

“Penso al tempo e vorrei poter riportare indietro le lancette. Mi sento impotente”. Poi, l’infinità volontà di essere vicino alla madre: Vorrei poterti stringere la mano e abbracciarti per unirmi al tuo pianto. Vorrei poterti consolare e toccare il tuo cuore. Nessuno può immaginare quello che provi e tutte le parole non servirebbero”.

Una vita cambiata per sempre

Per lei, ora, è impossibile andare avanti come prima: “In questi giorni non sono più riuscita a rientrare in quell’aula, tornerò al mio lavoro mercoledì e già penso con incertezza a quel giorno. Non so se ce la farò”. Poi, il lacerante pensiero verso Leonardo: “Non posso credere che non vedrò più il viso di quel piccolo angelo.

Se fosse possibile donerei la mia vita pur di riaverlo tra quei banchi della prima C.”.

L’appello ai genitori

La lettera si conclude con un appello speranzoso e una mano tesa, di colei che ora vuole poter offrire il suo aiuto a una madre distrutta dal dolore. “Se servirà, quando servirà, darò tutta me stessa per starvi vicini. Per quel che serve vorrei abbracciarti forte, da mamma a mamma. Per quel che serve vorrei prendere a calci questo destino che aveva in serbo una prova così difficile da superare.

Pare inaccettabile. So che provi rabbia, so che da mamma al tuo posto la proverei anche io, ma con il cuore in tumulto vorrei dirti, con tutto il rispetto, la stima, il profondo cordoglio, che vi vogliamo bene”.

Oggi si terranno i funerali del piccolo Leonardo, ai quali la maestra ha deciso di non partecipare.