nubifragio

Le previsioni del meteo per il weekend sono molto diverse da quelle delle scorse settimane. Fine quindi del caldo fuori stagione e avanzata decisa dell’autunno, che regalerà un ponte di Ognissanti non proprio all’insegna del bel tempo.

Le previsioni per venerdì 01

L’inizio del weekend seguirà quanto visto in settimana, stando alle previsioni de IlMeteo.it. La perturbazione che sta portando aria fredda sul nord-est, creerà delle situazioni di bassa pressione al Sud. Questo comporterà un tempo instabile con possibili rovesci e temporali nelle regioni del Sud, Sardegna e Lazio.
Al Nord, intanto, la situazione potrebbe sembrare migliore ma è solo l’antipasto di una delle due perturbazioni previste: la prima farà peggiorare il meteo a partire da Valle d’Aosta e Piemonte.

Sabato 02: maltempo sul Tirreno

Questa perturbazione inizierà la sua discesa lungo lo Stivale a partire da sabato 02 novembre. Cielo grigio e piogge per molte regioni, ma già dal primo pomeriggio sono previsti temporali e nubifragi in Levante e sul versante tirrenico. Interessate quindi la Liguria, la Toscana e via via anche il Lazio, dove sono previste forti precipitazioni su Roma.
Quando arriverà su Calabria e Sicilia, la perturbazione sarà più clemente sia nelle temperature che nei rovesci, previsti soprattutto in Puglia, Basilicata e sud della Calabria.

Domenica 03: la seconda perturbazione

Il weekend, secondo gli esperti de IlMeteo.it, si concluderà con un generale maltempo per tutta Italia. La seconda perturbazione prevista colpirà soprattutto al Nord Est, nel Triveneto e Lombardia, con possibili nevicate sopra i 1700 metri.
Non saranno risparmiate neanche Liguria, Toscana, Campagna e Sardegna, dove sono previsti nubifragi. Tra le zone più monitorate, ci sarà il Lazio e le coste della Campania, dove nella notte di domenica sono attesi intensi fenomeni e abbondanti piogge.

Infine, a preoccupare gli esperti sono soprattutto le raffiche di burrasca che soffieranno sulle zone marittime: previsti venti fino a 80 km/h e mareggiate sul versante tirrenico, ma anche sul settore ionico, con onde fino a 3 metri.