Primo piano di Manuel Bortuzzo

Ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa, Manuel Bortuzzo ha regalato al pubblico una parte del suo vissuto dopo la sparatoria che lo ha visto finire su una sedia a rotelle. Il nuotatore ha parlato della sua esperienza drammatica e del faccia a faccia con una “nuova prospettiva” da cui guardare la realtà e avvicinarsi al quotidiano, a partire dal primo contatto con l’acqua dopo il terribile ferimento di cui è stato vittima. Nel suo libro, intitolato Rinascere – L’anno in cui ho ricominciato a vincere, ha rivelato qualcosa che nessuno sapeva: potrebbe tornare a camminare.

L’annuncio di Manuel Bortuzzo

Il nuotatore Manuel Bortuzzo, in sedia a rotelle dopo essere stato colpito da un proiettile a Roma, ha fatto un clamoroso annuncio a Che tempo che fa, durante l’intervista rilasciata a Fabio Fazio.

Il campione del nuoto ne ha parlato anche nel suo libro, intitolato Rinascere – L’anno in cui ho ricominciato a vincere, e si tratta di una bellissima notizia che riguarda gli orizzonti futuri.

Le sue condizioni sono state giudicate subito gravissime, e i medici avevano parlato di paralisi quasi certa. Oggi, dopo 9 mesi di dura lotta e dopo lo shock per quella terribile diagnosi, arriva una verità pronta a riscrivere il finale di una storia di dramma e coraggio: Manuel Bortuzzo potrebbe tornare a camminare.

La lesione midollare non è completa

La lesione midollare riportata da Manuel Bortuzzo non è completa: lo ha rivelato lui stesso ai microfoni di Che tempo che fa, con gli occhi colmi di coraggio e speranza: “È una notizia pazzesca che, come tutto quello che ho fatto in questi 9 mesi, ho sempre voluto tenere per me“.

Lui, che non si è mai arreso alla vita su una sedia a rotelle, ha ripreso la sua attività di nuotatore e ha confessato al pubblico la sua più grande paura: “Non riuscire a nuotare“.

Invece, in vasca ci è tornato e con tutta la grinta e il talento di cui è capace, pronto a rivedersi in piedi e impegnato nel percorso della riabilitazione. E l’ipotesi non sarebbe remota, visto che il suo midollo spinale non sarebbe totalmente compromesso.

Manuel Bortuzzo combatte con determinazione dal 2 febbraio scorso, quando fu colpito da un proiettile alla schiena per un tragico scambio di persona. Il suo libro, la cui uscita è datata 5 novembre 2019, racconta tutte le sfumature dell’immenso dramma che non ha spento la luce abbagliante dei suoi occhi: dalla paura alla rabbia, passando per il dolore e lo sconforto, fino alla scelta di rinascere, consapevole di potercela fare.