Sinisa Mihajlovic e Arianna Rapaccioni

Buone notizie per Sinisa Mihajlovic, che ha finito il terzo ciclo di cure ed ha così potuto lasciare l’ospedale in cui era ricoverato. L’allenatore del Bologna da luglio scorso combatte contro la leucemia. Su Instagram, la gioia della moglie.

Il ritorno a casa

Lo ha annunciato la moglie Arianna Rapaccioni su Instagram, in un post che fa trasparire tutta la gioia per un nuovo traguardo. Sinisa Mihajlovic, vulcanico allenatore del Bologna ed ex calciatore di fama mondiale, ha finito il terzo ciclo di cure contro la leucemia e può tornare a casa.
Non è la prima volta, per l’allenatore, che già a inizio ottobre aveva terminato un’altra fase di cure.

Non una novità quindi le dimissioni dal Reparto di Ematologia dell’ospedale Sant’Orsola, ma per chi combatte contro una malattia del genere ogni passo è importante e da festeggiare.
Lo fa lo stesso Sinisa, che nella foto condivisa dalla moglie mostra il segno della vittoria. L’allenatore è stato dimesso attorno alle 12.30 di oggi e adesso può tornare a casa.

Lo aspetta il suo Bologna

La storia di Sinisa Mihajlovic è tra le più commoventi ed emozionanti della stagione calcistica.

Nonostante la malattia, infatti, non ha mai perso la speranza ed è rimasto saldamente ancorato alla panchina del suo Bologna, squadra da lui allenata. Poche le partite in cui Sinisa ha potuto seguire la squadra, ma ogni volta è stata una festa in campo e fuori, con cori di incoraggiamento a vincere la battaglia. A volte ha potuto seguire le partite da lontano, per evitare possibili contagi dati dal suo basso sistema immunitario, altre volte ha inviato toccanti videomessaggi ai suoi giocatori.
Gli stessi non mancano mai di fargli sentire il loro affetto, andando a trovarlo in ospedale al termine delle partite.

Riccardo Orsolini, attaccante della squadra, ha dedicato il debutto in Nazionale proprio al suo allenatore.
Ora il Guerriero, come l’hanno definito le figlie, potrà godersi un po’ di riposo a casa, in attesa di continuare la sua battaglia.