esondazione del Ticino

Come già si prevedeva, su tutta la Penisola italiana è stato un weekend all’insegna di una forte ondata di maltempo. Continua l’allerta per le incessanti piogge che stanno mettendo in ginocchio l’Italia da Nord a Sud. Al crollo del viadotto sulla A6, simbolo degli ingenti danni provocati dal maltempo in Liguria e in Piemonte, di oggi la notizia dell’esondazione del Ticino nel rione del Borgo Basso a Pavia.

Maltempo, Italia ko: esonda il Ticino

La pioggia non accenna ad arrestarsi e secondo le previsioni meteo, cessare non rientra nei programmi di questa settimana. Dopo un weekend in cui il maltempo ha imperversato in tutta la sua violenza la Penisola, la settimana si preannuncia non migliore con temporali sparsi, allerte rosse e una nuova perturbazione atmosferica destinata a portare forti piogge sulle regioni italiane.

Criticità nella giornata di oggi, come già citato, nel Pavese ove ha esondato il Ticino: come informano i Vigili del Fuoco, sono già state fatte evacuare diverse abitazioni.

Crolla il viadotto sulla A6

Drammatiche le notizie che continuano ad arrivare dal Piemonte e dalla Liguria, prese di mira dalle perturbazioni. Di ieri la notizia di un crollo che miracolosamente non ha mietuto vittime: una frana dovuta al maltempo che ha sbriciolato circa 40 metri di autostrada sulla A6 tra Torino e Savona.

Un episodio, l’ennesimo, che fa riflettere ancora una volta sullo stato di salute delle infrastrutture italiane. Sempre in Piemonte, però ad Alessandria, il ritrovamento del cadavere di una donna che risultava dispersa dopo essere stata travolta dalla piena del fiume Bormida a Sezzadio.

A Torino preoccupa il Po: sommersi i Murazzi

Anche a Torino la situazione non è migliore: continua ad essere monitorato il Po che ha superato, come confermato dalle autorità, la “soglia di massima attenzione. Tuttavia, in queste ore, dopo aver toccato i 4,13 m, la situazione sembra essere sotto controllo e non sembra sia da considerarsi con preoccupazione l’idea che il livello del Po continui a salire.

Nel mentre però, “cancellati” sembra essere i celebri Murazzi di Torino, sommersi dalla piena del Po.

Allerta rossa in Emilia Romagna

Ma i danni non si contano solamente al Nord dove è tuttora attiva l’allerta rossa. Ad essere interessata dal maltempo anche nella giornata di lunedì è l’Emilia Romagna; arancione invece l’allerta in Abruzzo, Calabria, Piemonte, Veneto, Marche, Lombardia e Puglia. Rientra l’emergenza in Valle d’Aosta, ove oggi è attiva l’allerta gialla così come in Trentino Alto Adige, Campania, Molise, Basilicata,Umbria, Sicilia e Sardegna.