Fernanda Lessa al GF Vip

Siamo solo alla terza puntata, ma l’impressione è che nel Grande Fratello Vip di quest’anno bisognerà stare molto più attenti a quello che si dice. Dopo l’espulsione di Salvo Veneziano per le frasi shock su Elisa De Panicis, ora al centro del ciclone c’è Fernanda Lessa. La concorrente, per parlare della compagna della casa Licia Nunez, si è riferita a lei con epiteti che tiravano in ballo la sua appartenenza sessuale.

Fernanda Lessa e la frase su Licia Nunez

Il contesto è quello della fine della terza puntata del GF Vip, che ha fatto registrate un enorme successo di ascolti.

Dopo che sono state rese note le nomination da parte dei concorrenti della casa, in due differenti occasioni Fernanda Lessa ha usato termini non passati inosservati alla Rete.
La modella, nota per una vita di eccessi, amori vip e uso di cocaina, stava parlando di chi potesse averla nominata e non le occorreva il nome di Licia Nunez. Così, parlando con Andrea Montovoli ha detto: “L’altra, come si chiama, che aveva il frac… La lesbica“. Stessa situazione parlando con Michele Cucuzza.

La risposta della fidanzata della Nunez

L’episodio ha diviso gli spettatori e coloro che commentano in rete.

Da un lato c’è chi punta sul fatto che, effettivamente, Licia Nunez sia omosessuale. Proprio dei giorni scorsi la sua querelle con l’ex compagna Imma Battaglia. Tuttavia, la sfera sessuale della donna non dovrebbe essere oggetto di “etichettaquando si parla della stessa.
Di questa idea è stata anche anche la fidanzata attuale di Licia Nunez, Barbara Eboli. In un tweet rilanciato da Fanpage (di cui però non sembra più esserci traccia) ha detto: “E se uno la chiamasse la sfasciona, la drogata, l’alcolizzata, che direbbe la signorina?”

Tweet di Barbara Eboli
Tweet di Barbara Eboli

Anche Fernanda Lessa quindi sembra subire la maggior attenzione sui temi del sessismo, del razzismo e dell’omofobia che stanno bacchettando il GF Vip.

Anche per lei è stata richiesta l’espulsione, e di questo passo il vincitore sarà l’ultimo concorrente a rimanere nella Casa senza scandali.