bari coronavirus

Negli scorsi giorni era salito il livello di allarme in Italia per il coronavirus, il nuovo morbo che ha già ucciso 17 persone. A Bari, una donna proveniente da Wuhan sembrava aver contratto il virus ed è stata ricoverata al Policlinico di Bari. Lo stesso nosocomio ha confermato a The Social Post che i primi risultati interni sembrano essere negativi.

Negativo il test sul coronavirus

AGGIORNAMENTO DELLE 20:00 – Arrivano ora notizie in serata circa le condizioni di salute della donna ricoverata a Bari per sospetto caso di coronavirus. Citando quanto diffuso dal Policlinico di Bari attraverso l’ultimo bollettino medico rilasciato a The Social Post: “In merito al caso sospetto della paziente ricoverata presso il reparto malattie infettive del Policlinico di Bari, l’istituto Spallanzani di Roma ha comunicato che la ricerca diretta del coronavirus 2019-nCoV è risultata negativa“.

Sempre citando quanto diffuso dal nosocomio pugliese: “Si conferma la diagnosi di infezione da micoplasma, individuata attraverso i test diagnostici già ieri sera. Dopo qualche altro giorno di terapia antibiotica la paziente uscirà dall’isolamento e potrà continuare la terapia a domicilio“. Accertamenti in corso intanto anche a Parma su una donna: anche in questo caso si tratterebbe di un ricovero precauzionale per sospetto coronavirus.

Paura a Bari per il coronavirus

Stava rientrando da Wuhan, la città cinese messa in quarantena e ritenuta focolaio del nuovo virus killer, la donna che è stata ricoverata nel reparto Malattie Infettive del Policlinico di Bari. L’allerta per il nuovo ceppo virale è massima. sarebbero già decine i morti in Cina e numerosi i casi riportati all’estero. L’attenzione negli aeroporto è massima e anche il Policlinico di Bari si è subito attivato per gli accertamenti del caso.


Si è cercato di capire se la donna, una cantante di rientro da un tour in Cina, fosse o meno affetta dall’ormai celebre coronavirus 2019-nCoV. Immediate le analisi e l’invio al centro di malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, collaboratore dell’Oms.

I primi risultati sono negativi

In attesa della conferma definitiva dallo Spallanzani, i primi risultati inducono sembrerebbero negativi. Un portavoce del Policlinico di Bari ha confermato a The Social Post quanto espresso che il primo bollettino medico è negativo: “I risultati interni delle analisi hanno individuato un batterio che ha una sintomatologia molto simile, però non abbiamo qui i reagenti per il ceppo di coronavirus, Come previsto dal ministero abbiamo trasmesso i campioni ieri allo Spallanzani e attendiamo oggi gli esiti per dichiarare che non è coronavirus“.

Nel bollettino rilasciato, si specifica come la donna sarebbe positiva al Micoplasma, che prevede sintomi compatibili e non dissimili da quelli causati dal virus killer.

Per l’Oms non è ancora emergenza mondiale

Nelle prossime ore, verrà accertato o smentito se il caso di Bari si tratta del nuovo terribile virus che sta spaventando il mondo. Nelle ultime ore, uno studente italiano a Wuhan ha condiviso un video che testimonia l’incubo vissuto dalla città cinese.
Il direttore dell’Oms, ripreso da Adnkronos, ha riferito che “è ancora troppo presto per dichiarare un’emergenza sanitaria globale“. Secondo le loro stime, i morti sono saliti a 17 e sarebbero 575 i casi di accertato contagio.

Una situazione che la Sanità mondiale monitora minuto per minuto e che ora riguarda anche l’Italia. Nelle prossime ore, arriveranno aggiornamenti.