Spettacolo

Accuse ad Amadeus, Sabrina Salerno dice la sua sulla questione

L'icona sexy degli anni '80 si è espressa sulle questione più spinose e polemiche che hanno travolto il festival prima ancora di cominciare
sabrina salerno

Chi si sta documentando su questo imminente Festival di Sanremo ormai alle porte, sa bene che tra le donne protagoniste di questa 70esima edizione c’è anche Sabrina Salerno.

L’attrice e cantante icona degli anni ’80 ha raccontato le sue impressioni prima di salire sul palco. Ma la Salerno ha voluto dire la sua anche sul caso scatenato dalle parole di Amadeus in conferenza stampa, a causa delle quali è stato accusato di sessismo. Non solo, Sabrina si è espressa anche sulla questione Junio Cally.

Le valige per Sanremo

Sabrina Salerno, ormai da anni residente in Francia, sta preparando le valige per Sanremo.

Per la prossima settimana vivrà la magia della città costiera nel pieno del Festival.

Le avrebbe fatto piacere portare con sé il figlio, Luca Maria. “Gli ho detto devo partire per Sanremo, hai cose importanti a scuola questa settimana? E lui: “no tranquilla, non ho compiti in classe”. E allora puoi venire qualche giorno con me, vieni a trovare la nonna. E lui all’improvviso ha detto: “Non posso perdere greco, latino”. Figuriamoci se lo porto una settimana a Sanremo mi denuncia” ha raccontato la cantante. Quanto a lei per la kermesse è più che pronta, anche a schierarsi dalla parte di chi è stato bersaglio di polemiche.

Sabrina Salerno difende Amadeus

Parlando delle accuse piovute addosso al direttore artistico Sabrina Salerno non ha potuto tener riservato il suo punto di vista. Così l’artista è scesa in campo in difesa di Amadeus, lo stesso che ha voluto fare di questo Sanremo un Festival delle donne, volendone al suo fianco ben 10. “È stata una esagerazione” ha commentato Sabrina riguardo all’accaduto. “So bene quanto Amadeus sia gentile e rispettoso nei confronti di tutti“.

Poi ha aggiunto: “Perché non si può dire bella a una donna che scoppia il finimondo“, lei che è sempre stata destinataria di molti complimenti e apprezzamenti. “Amadeus ha presentato tutte le donne come belle e a qualcuno ha dato fastidio” ha proseguito.

“Una polemica inutile quella di enfatizzare la bellezza con la questione del passo indietro, frase che è stata fraintesa. Io ho un marito che da 30 anni, poveretto, sta al mio fianco e sa stare un passo indietro, come ci sto io quando è lui protagonista nel suo lavoro, ciò significa avere amore, protezione, supporto“.

Sul rap di Junior Cally

A questo punto Sabrina Salerno si esprime anche sull’altro caso che ha travolto questo Sanremo, ossia i testi molto duri di uno dei big in gara, Junior Cally.

Sabrina offre la sua analisi accurata partendo dalla genesi del genere rap. “Il rap è durissimo, racconta l’insoddisfazione. Si utilizza per denunciare situazioni ingiuste” comincia. “Una forma di ribellione. Nasce dalle bande americane, una contro l’altra, una cultura che noi abbiamo da poco. Alcuni sono violenti e altri meno, ma secondo me il rap si può fare anche senza violenza” dichiara l’attrice cantante. “Prendo tutte le distanze dal linguaggio violento, ho insegnato a mio figlio il rispetto per se stesso e per tutti gli essere viventi, non voglio sentire neanche una parolaccia, figuriamoci una mancanza di rispetto verso qualcuno“. Poi ha concluso: “Quando insulti motivazione è sempre l’insicurezza, attacchi proprio perché ti senti inferiore, così come i rapper“.

Potrebbe interessarti