Usa evacuare cittadini americani Diamond Princess crociera nave Coronavirus

All’indomani dello sbarco di 500 passeggeri dalla nave Diamond Princess, sono state registrate le prime morti a bordo a causa del Coronavirus, ora noto col nome ufficiale di Covid-19. Sono le prime vittime di quella che è stata definita come “nave focolaio”. Su questa si trovano anche passeggeri italiani, che dovrebbero rientrare quasi tutti a breve in Italia.

Morti 2 passeggeri giapponesi

Ieri si era appreso che erano oltre 600 i contagiati a bordo della nave Diamond Princess, bloccata per giorni al largo di Yokohama. Come raccontato anche da un allievo ufficiale di macchina italiano, i passeggeri a bordo erano in quarantena nelle proprie cabine, per evitare ulteriori contagi.

Dopo la notizia dello sbarco per 500 passeggeri, tuttavia, si apprende ora da numerose fonti che 2 passeggeri giapponesi sono deceduti a causa del Coronavirus.
Secondo Repubblica, si tratta di un 87enne e una donna di 84 anni, entrambi con patologie pregresse che potrebbero aver peggiorato le loro condizioni. Con questi, sarebbe salito a 3 il numero di giapponesi morti dall’inizio dell’epidemia.

Contagiato anche un italiano

L’attenzione mediatica intorno alla Diamond Princess è naturalmente elevata.

La nave è stata definita un focolaio di Coronavirus, sia per le varie tappe toccate durante il viaggio, sia per l’impossibilità di assicurare una totale quarantena a bordo della nave. Tra gli oltre 600 contagiati a bordo, c’è anche un italiano di 73 anni. Il volo verso il Giappone dei medici italiani stabilirà lo stato di salute degli altri passeggeri, per poi eventualmente rimpatriarli. Il rientro dovrebbe avvenire, secondo le fonti, già giovedì notte.

Calano i contagi da Coronavirus

È presto per poter abbassare il livello dall’allarme e ogni giorno i bollettini dell’Oms contano nuovi morti, che hanno superato ora le 2.000 persone.

Tuttavia, numerose riferiscono che la Cina avrebbe registrato un calo dei contagi, scesi ieri a “solo” 394. Come sottolineato anche da Repubblica, le autorità hanno cambiato i criteri di diagnosi e questo potrebbe aver portato ad “annullare” centinaia di casi di Coronavirus.
Sono però calati anche i numeri dei contagi nel resto del mondo. Repubblica riporta inoltre le parole del presidente dell’Accademia cinese delle Scienze mediche Wang Chen, secondo cui il Covid-19 potrebbe diventare una malattia endemica, come l’influenza, con cui l’uomo potrebbe convivere.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, il periodo di incubazione potrebbe arrivare fino a 24 giorni

Coronavirus, il racconto dell’allievo ufficiale italiano sulla Diamond Princess