matteo renzi

Nelle ultime ore è diventato virale un video che mostrerebbe i figli di Matteo Renzi, leader di Italia Viva, che, nel giardino di casa, giocano a pallavolo con gli amici, violando quindi le misure di quarantena previste per contenere la diffusione del Covid-19. L’ex premier ha prontamente smentito la vicenda, chiarendo si tratti di una fake news e definendola una “follia totale“.

Il video diventato virale sui social

Il video in questione è stato girato da una casa non lontana da quella del fondatore di Italia Viva. Secondo quanto sostiene l’autore del filmato, i figli del senatore giocano a pallavolo con degli amici.

Questi ultimi, stando alle dichiarazioni dell’uomo che ha diffuso il video, ogni giorno si recano nel giardino dei Renzi accompagnati dagli agenti della scorta dell’ex Presidente del Consiglio.

Renzi attacca: “Continua la violenza diffamatoria

Matteo Renzi ha replicato sul suo profilo Facebook: continua la violenza diffamatoria contro di me e contro la mia famiglia“, continuando: “Il video è pieno di assurdità costruite ad arte violando non solo la privacy ma soprattutto il codice penale“.

Inoltre, il leader di Italia Viva ha spiegato si tratti di una bufala perché le persone che compaiono nel video non sono i figli con gli amici, ma: “siamo noi cinque, babbo mamma e figli. Una famiglia che ha la fortuna di avere un giardino e che sta insieme in giardino“.

Post pubblicato da Matteo Renzi su Facebook

Il leader di Italia Viva è pronto a muoversi per vie legali

Inoltre l’ex Premier ha aggiunto: “Ci sono migliaia di morti e mi dispiace dover fare un post su questi temi, così piccoli rispetto alla tragedia di queste ore“, esortando coloro che sono contrari alla sua linea politica di attaccarlo per le sue idee, evitando quindi di diffondere notizie false, coinvolgendo anche i suoi figli.

Renzi ha poi concluso il suo post su Facebook dichiarando di essere pronto a muoversi per vie legali affinché l’autore del video paghi per tale azione diffamatoria e che quindi chiederà i danni in ogni sede, civile e penale.

Post pubblicato da Matteo Renzi su Facebook

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus
Coronavirus, il nemico comune di una politica “in guerra”
Coronavirus, testato un vaccino-cerotto: i primi risultati sono positivi