agenti della polizia

Cosa accadrà? Cosa ne sarà di noi? Ci sarà mai un ritorno alla normalità? Continua il fluire incessante di domande nel corso di questa lunga quarantena forzata, nata per contrastare l’invisibile nemico come il Coronavirus. Chiunque possa permettersi di azzardare una risposta sul futuro, tentenna: “quanto prima”; “il prima possibile”; “cercare di evitare nuove ondate“. E su questa linea, tuttora prudenziale ed emergenziale, continuano ad essere aumentati i controlli sul territorio.

Di questa mattina l’annuncio via Twitter di Janez Lenarčič, il commissario per la Gestione delle crisi, sull’attivazione di Copernicus, un programma di osservazione satellitare.

Coronavirus, il miraggio “normalità”

Lo stesso presidente del Consiglio Giuseppe Conte non intende sbilanciarsi su un giorno, una data a cui guardare badando a tenersi lontano dall'”annuncite”, modus operandi verso il quale non ha mai nutrito simpatia. “In questo momento non posso dire quando il lockdown avrà fine“. Superato il “picco”, risalire l’emergenza sarà questione di tenacia, costanza e soprattutto di tempo. Chiunque si trovi dietro la regia di comando, qualsiasi sia l’ambito, da questa epidemia ha imparato che la fretta è una cattiva consigliera.

tweet janez lenarcic
Il tweet del Commissario per la Gestione della crisi, Janez Lenarčič. Fonte: Twitter

Si tornerà a vivere sì, ma lo si farà gradualmente e dovranno passare probabilmente molti mesi prima di veder decadere tutte le misure precauzionali e di sicurezza ora imposte ai cittadini. Chi riesce ad accennare un periodo di tempo è il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri che ha così dichiarato a TgCom24: “Tra qualche settimana forse sarà possibile cominciare a uscire, con precauzioni, intendo con le mascherine, forse prima dell’inizio di maggio“.

Attivato Copernicus, il satellite UE

Intanto, parallelamente a ciò, di questa mattina l’annuncio da parte della Protezione Civile Italiana che ha attivato un programma di osservazione satellitare, Copernicus: “Per mappare le strutture sanitarie temporanee e le aree di raduno sì da aver chiaro comprensione del territorio per il successivo monitoraggio delle attività e degli spazi pubblici durante l’emergenza Covid-19“, le parole di Lenarčič.

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Ospedale Fiera Milano, costruzione record: oggi arrivano i primi pazienti

Coronavirus, in Gran Bretagna record di morti e c’è chi ripropone l’”immunità di gregge”