giuseppe conte in primo piano

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte non molla il colpo e continua a richiamare l’Europa a misure decise contro l’emergenza Coronavirus e soprattutto coese. Dopo i numerosi botta e risposta con Ursula von der Leyen, le nuove parole sono state dette direttamente durante un’intervista alla tedesca Bild. Qui, Conte, non usa mezzi termini e non nasconde la delusione di milioni di cittadini.

Conte chiede regole di bilancio più morbide

Conte mette in guardia sul fallimento dell’Europa“: così si può tradurre il titolo con cui apre la Bild, nel quale viene condivisa un’intervista rilasciata dal premier.

Nella stessa, rilancia lo stesso messaggio dei giorni scorsi: l’Europa deve andare avanti insieme.

Per farlo e per poter superare l’emergenza Coronavirus, Conte chiede “un ammorbidimento delle regole di bilancio” per poter star dietro a Cina e Stati Uniti, che hanno messo a disposizione per la crisi circa il 13% del proprio Pil. Se così non sarà, allora “dobbiamo fare senza l’Europa e ognuno fa per sé“, le parole di Conte riportate sulla Bild. E ancora: “Non dobbiamo alla fine starcene lì con le mani incrociate: operazione riuscita, ma il paziente Europa è morto“.

La Germania non ha alcun vantaggio

Nel corso della stessa intervista, Conte ha richiamato apertamente la Germania ad assumere una posizione diversa. Nelle ultime settimane il dibattito con la Merkel è stato molto accesso, con quest’ultima che insiste per il Mes. Il premier italiano e altri, invece, continuano a rilanciare la necessità dell’utilizzo dei Coronabond.

La Germania – avverte Conte – non ha vantaggi se l’Europa sprofonda nella recessione. Le nostre economie sono messe alla prova. E abbiamo la più grande crisi dal dopoguerra“.

Per questo motivo, per Conte “Dobbiamo sviluppare strumenti fiscali ed elaborare una risposta. Non pretendiamo che la Germania e l’Olanda paghino i nostri debiti“.

La delusione dei cittadini europei

In un altro passaggio riportato da Ansa, Giuseppe Conte ha parlato direttamente di delusione: “Non è mia, di Giuseppe Conte, la delusione è di tutti gli europei, anche dei cittadini tedeschi, ne sono convinto“. Una posizione che sembra confermata da quanto riporta il settimanale Spiegel, ripreso anche da Repubblica. Sembra infatti che in Germania stia crescendo il fronte di chi vorrebbe una Germania più solidale; il rifiuto ai coronabond, sarebbe stato definito “gretto e vigliacco” .

Nell’intervista alla Bild, Conte tiene comunque la porta aperta: “Germania e Italia possono solo aiutarsi a vicenda. Il virus soffia come il vento. Tutti i popoli d’Europa devono aiutarsi a vicenda“.

Guarda il video

Intervista alla Bild

Ieri sera ho rilasciato un'intervista alla Bild. Ho avuto l'occasione di illustrare ai telespettatori tedeschi la posizione del Governo italiano sull'emergenza legata al coronavirus.

Pubblicato da Giuseppe Conte su Mercoledì 8 aprile 2020

Rinvito l’Eurogruppo: non c’è accordo

Le parole di Conte fanno eco a quanto accaduto nella giornata di oggi all’Europarlamento. O non accaduto, anzi: l’incontro per definire la strategia e le misure per aiutare i paesi dal punto di vista economico si è concluso in un nulla di fatto. Ancora fortissime le resistenze di Germania, Olanda e altri Paesi sull’adottare i Coronabond.

Tra i tweet post-rinvio del tavolo di lavoro, anche quello del ministro dell’Economia Gualtieri, che ammonisce: “È il momento della responsabilità comune, della solidarietà e delle scelte coraggiose e condivise“.

Tweet del Ministro Gualtieri
Tweet del Ministro Gualtieri

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus, braccio di ferro tra Conte e la Von der Leyen: ancora nessun accordo