Tiberio Timperi

Tiberio Timperi, oggi, ha fatto in diretta un annuncio estremamente doloroso: ha infatti raccontato di aver perso un caro amico per colpa del coronavirus.

Si tratta di Umberto Forcella, dirigente Rai.

Le parole per l’amico scomparso

È addolorato e commosso, il conduttore, mentre racconta di come Forcella fosse stimato ed amato da tutti: “Ho perduto un amico che ha collaborato in questa azienda, è morto per coronavirus. Ha fatto grande questa azienda, ha contribuito a fare grande questa azienda, Umberto Forcella, un dirigente Rai”.

È stato proprio Timperi a parlare della Rai come di una “Grande famiglia”; spiegando anche che proprio questo concetto avrebbe dato il nome al loro programma.

L’invito alla battaglia

Poi, un appello a non avere paura ed essere coraggiosi davanti alla grande avversità che ci troviamo a fronteggiare: “È una battaglia, dobbiamo restare a casa e continuare a lottare”.

Nelle ultime settimane, Tiberio TImperi ha mostrato sui social che anche lui sta vivendo la quarantena rimanendo a casa. Da giorni infatti il conduttore posta su Instagram le immagini dei suoi pranzi e dei tramonti molto belli che riesce a vedere da casa sua.

Altri vip colpiti dalla tragedia

Tiberio Timperi non è l’unico vip che ha subito grosse perdite per colpa dell’epidemia. Nel corso del mese Piero Chiambretti era finito in ospedale, per via del contagio, e con lui la madre Felicita. Se il conduttore è riuscito a superare la malattia, ciò purtroppo non è avvenuto con la signora Chiambretti, che ne è rimasta vittima. Lo scorso 30 marzo il conduttore, ufficialmente guarito, ha voluto pubblicamente ringraziare chi lo ha assistito: “Ringrazio con tutto il cuore il personale sanitario del Pronto Soccorso dell’ospedale Mauriziano di Torino che mi ha assistito e curato con abnegazione, passione e grande umanità in questi lunghi giorni di malattia e di sconforto psicologico.

Sono guarito”.

Fiordaliso ha perso la madre

Anche la cantante Fiordaliso è rimasta tragicamente colpita dall’epidemia: oltre ad essersi ammalata a sua volta, ha perso la madre senza poterla neanche salutare. La madre l’ha chiamata dall’ospedale riuscendo a dire solo “Sto morendo” e le due non hanno più potuto incontrarsi. l’esperienza di Fiordaliso è stata particolarmente tragica, perché tutta la sua famiglia si è ammalata, come ha raccontato lei a Live-Non è la D’Urso: “Non so chi si sia ammalata per prima, se io o lei, è molto difficile, perché io l’ho accudita per 5 giorni poi se n’è andata e non l’ho più vista.

E intanto ero malata anche io. Una cosa crudele, poi si è ammalato papà, intanto anche mia sorella si è ammalata. È stato un disastro“.

L’appello pubblico: “Dovete restare a casa”

La cantante ha anche fatto un appello pubblico per mettere in guardia dalla malattia che ha afflitto tutta la sua famiglia: “Non puoi andare da loro, ad accompagnarli nell’ultimo viaggio della loro vita, a tenergli la mano, dire ‘Io ci sono’.

Non lo puoi fare. È una delle cose più tremende che possano accadere. Per questo io vi dico che dovete restare a casa, perché la mia mamma aveva 85 anni, ma era mia mamma. È la mia mamma“.