Paolo Ciavarro

Finalissima carica di emozioni al Grande Fratello Vip, dove ha trionfato Paola Di Benedetto. Buona parte dei riflettori si sono concentrati su uno dei concorrenti che più ha catturato le simpatie del pubblico: Paolo Ciavarro. Il figlio di Eleonora Giorgi ha rivisto Clizia Incorvaia e ha espresso i suoi sentimenti davanti alle telecamere.

Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia: le prime parole

Paolo Ciavarro ha ricevuto una sorpresa poco prima della chiusura del programma. Ha potuto rivedere Clizia Incorvaia, durante la puntata finale del GF Vip, in un incontro virtuale in cui non sono mancate emozioni e tenerezze.

L’ultima tappa dell’avventura nel reality, per il figlio di Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro – secondo classificato dopo Paola Di Benedetto – è stato contrassegnato da importanti momenti di riflessione e il ragazzo ha scelto di non nascondere quello che prova davanti alla donna con cui ha intrecciato una storia tra le mura di Cinecittà.

Un mese fa il primo bacio, che ha stregato milioni di telespettatori regalando il brivido di un amore fresco e pronto a grandi sfide. Ieri, 8 aprile, il primo contatto a distanza tra i due e le parole di lui: “Sono imbarazzatissimo.

Sei bellissima, mi manchi da morire“.

Immediata la risposta dell’ex moglie di Francesco Sarcina, del tutto intenzionata a vivere il loro rapporto fuori dal contesto televisivo: “Brindo al nostro amore. Vorrei tanto abbracciarti forte. Tu hai già vinto“.

Massimo Ciavarro al figlio: “Non puoi abbracciarmi

A sorpresa, Massimo Ciavarro si è avvicinato al perimetro della Casa per un primo confronto con il figlio. Un faccia a faccia consumato a distanza, nel rispetto delle regole anti-contagio da Coronavirus che tutti sono tenuti a rispettare, che ha scosso l’ex gieffino.

Mi sei mancato, lo sai che stasera c’è la superluna. A te la luna ti ha fatto innamorare. Ieri sera mi ero messo sul balcone perché ero sicuro che la guardassi anche tu. Pensavo a te, ti ricordi in Cambogia, l’unica volta che ti ho detto Ti amo. Come può un padre non amare un figlio. Sono fiero di te (…). Mi dispiace che non possiamo abbracciarci, perché queste sono le cose che bisogna rispettare“.

Ma è davvero così là fuori?

“, ha commentato Paolo Ciavarro con accento incredulo davanti alla prima evidenza di come, oltre le mura della Casa più spiata d’Italia, il mondo sia davvero molto cambiato a causa della pandemia in corso.