A destra la base di Space x e a sinistra Elon Musk

SpaceX sembra ad un passo dal diventare realtà, la Nasa ha annunciato che il lancio del razzo dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, Florida, avverrà il prossimo 27 maggio. Il progetto porta la firma della società di Elon Musk, che in questi giorni sta facendo molto parlare di sé in merito alla questione Coronavirus.

“Genio, miliardario e filantropo”

Prima di arrivare alla missione spaziale e a Space X, occorre fare un piccolo passo indietro e perdere qualche minuto a parlare del suo ideatore, fondatore e promotore Elon Musk.

Nel primo Avengers, Captain America, rivolgendosi ad Iron Man- Tony Stark dice: “Sei forte con l’armatura, ma senza di quella cosa sei?

” La risposta del supereroe, vista in questo contesto può effettivamente richiamare alla mente la figura di Elon Musk: “Un genio, miliardario e filantropo”. Una definizione che si sposa alla perfezione con l’imprenditore ed inventore di origini sudafricane e naturalizzato satunitense, inserito al 25° posto delle persone più potenti del mondo secondo Forbes e al 34° per le più ricche.

Chi è Elon Musk

Nato a Pretoria il 28 giugno 1971, fin da bambino Elon Reeve Musk mostra spicca per intelligenza, curiosità, e passione per il mondo dell’elettronica.

A 10 anni, grazie alla passione sviluppata per il Commodore VIC-20, il giovane Elon ne impara la programmazione. Due anni dopo, a soli 12 anni, vende alla rivista PC and Office Technology, alla modica cifra di 500 dollari, il codice di un videogioco da lui stesso creato, scritto in Basic, intitolato Balstar, versione ancora esistente.

Musk l’enfant prodige

Nonostante la sua infanzia sia stata segnata da diversi traumi, come i bulli a scuola che sono persino riusciti a mandarlo in ospedale e il divorzio dei suoi genitori, Musk continua i suoi studi approdando a 19 anni prima alla Queen’s University di Kingston, Ontario e poi all’università della Pennsylvania dove si laurea in economia.

Successivamente consegue un’altra laurea in fisica alla Wharton School of the University of Pennsylvania.

I suoi studi continueranno con un dottorato in fisica applicata e scienza dei materiali alla Stanford University, interrotti per dare il via alle sue aspirazioni imprenditoriali comprendenti internet, l’esplorazione spaziale, l’energia rinnovabile…

Aziende e progetti

La prima azienda fondata da Elon Musk, insieme al fratello Kimbal, è la Zip2.

Creata nel 1995 è un’azienda di software web basata sulla vendita di guide cittadine online per l’industria editoriale. L’azienda è stata poi venduta nel ’99 alla Compag per 307milioni di dollari.

Dal ricavato personale della vendita, ovvero il 7%, Musk decise di buttarsi nel mondo dei servizi finanziari di pagamenti online. fondando la compagnia dalla quale è nata PayPal, venduta a eBay nel 2002 per 1.5 milioni di dollari. Ed è in questo momento che Elon Musk si butta sul primo dei progetti che lo renderà ancora più famoso: Space X.

Space X: la conquista dello spazio

Elon Musk fonda Space X nel 2002 con lo scopo di realizzare uno dei suoi più grandi progetti, l’esplorazione spaziale, che per l’imprenditore rappresenta il baluardo dell’espansione della conoscenza umana. Space Exploration Technologies Corporation, questo il nome per intero dell’azienda di cui è tutt’ora amministratore delegato e CTO, che si occupa di progettare e costruire razzi e veicoli spaziali adibiti al trasporto di persone e merci. Quest’ultima porta il nome Dragon, ed è stata testata nel 2012 con successo per il progetto Commercial Orbital Transportation Services della NASA. Il veicolo è approdato con successo nella Stazione Spaziale Internazionale.

Il tweet della Nasa sul lancio del progetto Space X

Gli esperimenti di questi “cargo” spaziali sono andati avanti fino al 6 febbraio 2018, con il lancio del Falcon Heavy contente una vettura Tesla (suo altro progetto).

La missione spaziale a maggio

Ora la NASA ha annunciato che il prossimo 27 maggio, due astronauti americani, Doug Hurley e Bob Behnken, partiranno a bordo della capsula Crew Dragon, sul razzo Space X Falcon 9, direzione Stazione Spaziale Internazionale. Il lancio è previsto alle ore 16.32 locali (le 22.32 italiane).

Il razzo e la missione Space Station nel tweet di Space X

I due astronauti faranno anche il viaggio di ritorno a bordo della Crew Dragon. Questo è il primissimo lancio con astronauti per la Space X e la prima missione spaziale con partenza dagli Stati Uniti dal 2011.

Hyperloop e l’energia sostenibile

Non c’è solo lo spazio nella mente di Elon Musk. Tra i suoi obiettivi c’è quello di lavorare su energie sostenibili e rinnovabili, contrastando così il disfacimento del pianeta, il riscaldamento globale, salvare la razza umana, cambiarla magari. La sua, che si può definire quasi una filosofia di pensiero, l’ha portato alla creazione di altre aziende come Tesla, fondata nel 2003, adibita alla produzione di veicoli elettrici e di pannelli solari. The Boring Company, per la costruzione di tunnel sotterranei per ridurre il traffico automobilistico.

Tra i sui progetti figura anche Hyperloop, un sistema di trasporto che, guardandone il progetto, ha tutto l’aspetto di un progetto di fantascienza. Hyperloop è un sistema di trasporto ad alta velocità; ovvero un aeromobile elettrico supersonico a decollo/atterraggi verticale alimentato dalla propulsione di ventole elettriche.

Imprenditore, inventore e… filantropo

Imprenditore dal cuore d’oro, Elon Musk si è occupato anche di beneficienza. Nel 2018 ha donato 15 milioni di dollari alla Global Learning Xprize, un concorso che ha come obiettivo trovare un modo per sconfiggere l’analfabetismo che, per Musk, è fonte di povertà.

Nel mondo piegato dalla pandemia da Covid-19, Elon Musk non si è tirato indietro, donando centinaia di respiratori alla città e allo Stato di New York, dove l’epidemia ha colpito di più. Un gesto che ha riscontrato i più sentiti ringraziamenti del sindaco De Blasio e della comunità.

E la vita privata?

Una persona impegnata come Elon Musk ha una vita privata? Ad un primo sguardo verrebbe da dire no, eppure l’imprenditore ha dei figli avuti dalla prima moglie Justin Wilson, scrittrice canadese conosciuta ai tempi dell’università. La coppia ha avuto 6 figli, uno dei quali è venuto a mancare prematuramente.

Successivamente, Elon Musk ha intrattenuto diverse relazioni; dal matrimonio con l’attrice inglese Talulah Riley, terminato definitivamente nel 2016, alla relazione con Amber Heard, ex di Johnny Depp.

Dal 2018 Elon Musk ha una relazione con Claire Boucher, cantante canadese conosciuta come Grimes.

Elon Musk nasconde gli alieni

Un personaggio geniale ed eccentrico come Elon Musk non è esente dall’essere bersaglio di attacchi soprattutto, visti i suoi progetti, dai complottisti. Proprio durante uno dei tanti lanci di Space X, Musk è stato accusato di nascondere l’esistenza degli alieni. In molti lo hanno accusato di averli lui stesso conosciuti, di esserne amico e star programmando l’invasione di Marte tramite una delle sue creature dell’azienda Neurolink.

Startup fondata nel 2016, basata sullo studio di neurotecnologie e interfacce neurali per collegare il cervello umano ad intelligenze artificiali.

Lo stesso imprenditore a volte sembra quasi giocare su quest’ambiguità della sua figura, come quando, durante un convegno del 2016, ha dichiarato che la realtà in cui viviamo è alterata. Facciamo tutti parte di una sorta di videogioco o una simulazione computerizzata in stile Matrix. Esternazione ideata per spiegare come la velocità con cui determinate tecnologie si sviluppano, potrebbero un giorno portare una realtà simile.

Eccentrico, geniale, filantropo… sono tanti gli aggettivi con i quali si potrebbero descrivre Elon Musk.

Di certo come tanti prima di lui, è un visionario e la sua strada sembra ancora lunga da percorrere.