Mascherine chirurgiche

Una ragazzina di 11 anni ha perso la vita a seguito di un incidente stradale. Agli inizi di aprile, dopo essere venuta a conoscenza dellemergenza sanitaria dovuta alla pandemia, si era messa al lavoro per cucire decine di mascherine da donare agli infermieri della sua città.

Un tragico incidente che ha sconvolto tutti

Lexi Collins, 11enne texana, con la sua generosità e bontà d’animo aveva conquistato l’affetto degli operatori sanitari dell’Anson General Hospital, ospedale al quale la ragazzina aveva donato decine e decine di mascherine realizzate con le sue mani.

La tragica morte, avvenuta poche settimane dopo il raggiungimento di questa inaspettata ed improvvisa notorietà, ha sconvolto il mondo intero. L’incidente mortale è avvenuto in Texas, a Munday, città in cui Lexi viveva con la sua famiglia.

Lexi e le mascherine cucite da lei con tanta cura

La dolce Lexi, dopo aver scoperto che l’Anson General Hospital non aveva a disposizione un suffciente numero di mascherine, misure di protezione divenute ormai necessarie per la lotta al coronavirus e fondamentali per ridurre il rischio di contagio, ha deciso di realizzarle lei stessa, con le proprie mani.

E così, grazie alla sua determinazione e all’aiuto della madre, anche lei infermiera, ha potuto donare decine di mascherine agli infermieri dell’ospedale. L’ospedale Anson, situato in Texas, è rimasto estremamente colpito dal gesto della ragazzina e, avendo accolto con grande gioia il prezioso regalo, ha ringraziato pubblicamente l’11enne attraverso un post sulla propria pagina Facebook.

L’Anson General Hospital ringrazia pubblicamente la dolce Lexi

All’immagine delle mascherine accuratamente cucite da Lexi seguono delle dolci parole di riconoscenza: “Ringraziamo per la bellissima donazione di mascherine da parte di un’alunna speciale di quinta elementare di Munday, Texas.

Grazie Lexi Collins“. La madre di Lexi, Jara Gray Collins, aveva commentato il post sul profilo social dell’ospedale, ringraziando a sua volta il personale sanitario, aggiungendo: “Lexi è così felice di aiutare!

Post pubblicato su Facebook dall'Anson General Hospital per ringraziare Lexi Collins.
Post pubblicato su Facebook dall’Anson General Hospital

Le parole di gratitudine di Lexi agli operatori sanitari: “Grazie per tutto ciò che fate

La piccola Lexi, oltre a regalare le mascherine cucite con tanta cura e dedizione, aveva anche espresso la propria gratitudine per il costante impegno mostrato dagli operatori sanitari dell’ospedale nella lotta contro il Covid-19 scrivendo: “Grazie per tutto ciò che fate“.

Dopo aver appreso la notizia della tragica morte della ragazzina, l’ospedale Anson si è unito al dolore della famiglia Collins e degli amici della piccola Lexi.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus
Cucire mascherine da donare: storia di una gara di solidarietà che ha coinvolto un intero paese
Coronavirus, Fase 2: come funzioneranno le visite a familiari e amici