uomo supermercato

Si entra nel vivo della cosiddetta “fase 2” dell’emergenza Coronavirus, e dal 4 maggio scorso sono cambiate alcune cose in materia di restrizioni anti-contagio. Si può uscire di casa sempre per andare al lavoro, per motivi di salute, per necessità (acquisto di farmaci, giornali o alimentari), ma anche per attività sportiva o motoria individuale all’aperto anche lontano dalla propria abitazione. Una domanda domina su tutte: come fare la spesa in sicurezza? La risposta arriva dal Ministero della Salute.

Covid-19: come fare la spesa in sicurezza

Fare la spesa è diventato un momento particolarmente delicato nella quotidianità ai tempi del Coronavirus.

Non significa più compiere un’azione di routine in maniera quasi meccanica perché, in costanza di una simile emergenza sanitaria, emerge necessariamente il bisogno di attenzione e cautela.

Prudenza al supermercato come in banca, così alle Poste oppure dal panettiere: ridurre al minimo le occasioni di potenziale contatto con il Sars-CoV-2 è argomento quanto mai attuale e prioritario. A maggior ragione in presenza del progressivo allentamento delle restrizioni avviato con le prime battute della fase 2, scattata ufficialmente il 4 maggio scorso.

Uno dei punti chiave, nella cornice di convivenza con il virus in cui si è chiamati a muoversi, è quello relativo alle strategie di contenimento del contagio che devono essere parte integrante della giornata di ogni cittadino. A partire dalla spesa. Come farla in sicurezza? Lo rivelano le risposte fornite dal Ministero della Salute.

Le regole per gli acquisti sicuri

Per fare acquisti in sicurezza ai tempi del Coronavirus, il Ministero della Salute ha predisposto un elenco di regole semplici e facili da memorizzare. Si tratta di un vademecum per il cliente in 7 punti, in cui sono sintetizzate le condotte necessarie a evitare il pericolo di contagio.

  • Spesa a domicilio: è il primo punto indicato dal Governo e implica la verifica della possibilità di consegne della spesa a casa tramite ordini via telefono o web.
  • Regolarità: fare la spesa una sola volta a settimana, un solo componente della famiglia per volta.
  • Lista della spesa: ridurre i tempi di permanenza nei negozi è essenziale per evitare una potenziale lunga esposizione a fonti di contagio e per consentire ai clienti successivi di accedere secondo le disposizioni di sicurezza evitando lunghe attese fuori dal punto vendita. Per questo, è fondamentale preparare una lista dei prodotti da comprare in modo da andare “a colpo sicuro”.
  • Mascherine: sono il leitmotiv per eccellenza di questi lunghi mesi di emergenza. Da usare, secondo le regole dettate dal Ministero, in ambienti chiusi in cui non sia possibile il distanziamento interpersonale minimo di 1 metro.
  • Distanza: mantenersi sempre almeno a 1 metro dagli altri clienti e dagli operatori.
  • Guanti: indossare i guanti usa e getta, soprattutto quando si maneggiano alimenti e bevande.
  • Igiene delle mani: prima e dopo l’uso dei guanti, procedere alla pulizia delle mani con un gel igienizzante.
Infografica sulla spesa sicura nella fase 2 dell'emergenza Coronavirus pubblicata dal Ministero Salute
Infografica sulla spesa sicura nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus pubblicata dal Ministero Salute – Fonte: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus: perché e come disinfettare gli oggetti