Esame di maturità a scuola

Nella giornata di oggi i ministri della Giustizia, dello Sport e dell’Istruzione sono stati alla Camera per una sessione di Question Time. In questa occasione, Lucia Azzolina ha anticipato quali saranno le regole per l’esame di maturità del 2020, che è stato comunque confermato già nei mesi scorsi.

Gli esami di maturità inizieranno il 17 giugno

A inizio aprile, quando ancora l’Italia si trovava nel pieno dell’emergenza Coronavirus, il Ministero dell’Istruzione aveva previsto 2 ipotesi. Lo spartiacque decisivo sarebbe stata la data del 18 maggio, nel frattempo diventato il nuovo orizzonte temporale per le nuove misure dell’emergenza.

I 2 diversi piani differivano nel caso si fosse riusciti a tornare sui banchi entro quella data oppure no. Ora che è certo che non si tornerà in classe prima di Settembre, il Ministero si è attivato di conseguenza.

Così, alla Camera il Ministro Azzolina ha annunciato che gli esami di maturità 2020 partiranno il 17 giugno. Non saranno come gli anni scorsi, tuttavia: il Coronavirus ha imposto regole speciali per i maturandi di questo anno accademico.

Come sarà la maturità 2020

L’esame di Stato consisterà in una prova diversa rispetto agli anni precedenti” ha detto il Ministro durante il Question Time.

Negli ultimi mesi, gli studenti si sono dovuti adeguare ad una didattica nuova, a distanza, quindi non sorprende che per favorire la sicurezza si adottino ora nuovi sistemi anche per la prova finale. Oltre al tema sanitario, però, l’esame terrà conto anche delle “difficoltà negli apprendimenti affrontate dagli studenti“. In poche parole, sarà più facile.

Nello specifico, la maturità 2020 seguirà queste regole:

  • L’esame consisterà in un solo colloquio orale, della durata massima di un’ora: niente prove scritte differenziate in base all’istituto, quindi.
  • Si terrà di persona: no quindi all’esame a distanza, come sono state le lezioni finora e come si è scelto di portare avanti il sistema universitario e le lauree.
  • La commissione sarà composta da docenti interni e un presidente esterno, anziché un sistema misto come al solito.
  • Il punteggio minimo per conseguire il diploma resta 60/100

Il Ministro Azzolina, inoltre, scesa nel dettaglio di come sarà questo colloquio orale.

Cosa verrà chiesto agli studenti

L’ordinanza dovrebbe essere pubblicata a breve, quindi quanto detto dalla Azzolina dovrebbe trovare presto riscontro.

Così come il contenuto dell’esame orale della maturità, che riguarderà:

  • La discussione di un elaborato concernente discipline di indirizzo
  • La discussione di un breve testo oggetto di studio nell’ambito di lingua e letteratura italiana del quinto anno
  • Analisi del materiale scelto dalla commissione
  • Esposizione delle esperienze svolte nell’ambito dei percorsi trasversali (come i programmi di Alternanza Scuola Lavoro)
  • Accertate le conoscenze relative a cittadinanza e Costituzione

Tutto questo, potrà dare agli studenti un massimo di 40 punti, mentre i crediti raggiunti verranno ricalibrati fino a un massimo di 60. Se qualcosa dovesse cambiare nella situazione epidemiologica, aggiunge la Azzolina, allora l’esame potrebbe tenersi tramite video-conferenza.

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus, Azzolina: “A settembre si torna a scuola”. Sindacati in protesta