michelle hunziker

Michelle Hunziker, una delle conduttrici più chiacchierate dell’ultimo periodo, si è raccontata a 360° in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. Tra i temi affrontati, oltre al successo di Striscia la notizia in termini di ascolti, anche il caso ‘Giovanna Botteri’ che tanto ha fatto discutere nelle ultime settimane.

Michelle Hunziker: il lavoro a Striscia continua

Michelle Hunziker, attraverso una lunga intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, ha raccontato come prosegue il suo lavoro dietro il bancone di Striscia la notizia nonostante il periodo complicato che stiamo attraversando. Il tg satirico di Antonio Ricci, infatti, non ha voluto abbandonare gli italiani ma ha continuato la sua programmazione, pur con tutte le precauzioni del caso.

La Hunziker, al fianco di Gerry Scotti alla conduzione, ha raccontato come sta affrontando il suo lavoro in questo difficile periodo: “Ogni volta che ci vediamo con Gerry, ci abbracciamo ‘col pensiero’, mantenendo la giusta distanza, e siamo grati di fare ‘Striscia’ e sapere che così stiamo facendo un servizio importante. Portare leggerezza nelle case dove c’è disperazione è una sensazione bellissima. E gli spettatori hanno dimostrato di apprezzare il nostro impegno“.

Una storia surreale e vergognosa

L’intervista ha inevitabilmente toccato anche il tema relativo alla discussa querelle legata a Giovanna Botteri. Dopo il servizio di Striscia sulla giornalista Rai, per il quale il tg satirico è finito nella bufera, la questione tra Michelle Hunziker e Giovanna Botteri si è conclusa con un messaggio positivo. Ma a Tv Sorrisi e Canzoni la conduttrice svizzera ha voluto chiudere definitivamente il discorso: “Una storia surreale e vergognosa. La maggioranza di quelli che ci ha accusato di aver offeso Giovanna non aveva neppure visto il servizio e questa la dice lunga sulla loro malafede.

Hanno montato un’indegna gazzarra su un falso. Noi prendevamo le difese della Botteri, vittima degli odiatori seriali, e loro ci hanno accusati di averla offesa. Oggi sorrido perché con Giovanna ci siamo parlate e fatte delle belle risate. È una battaglia vinta, ma non è stata piacevole. Perché per quel servizio hanno attaccato ‘Striscia’, me e mia figlia insultandoci pesantemente. Alla fine è bastato che Giovanna Botteri avesse modo di vedere personalmente il video per smentire lei stessa la fake news che aveva scatenato le ire e gli insulti di giornalisti, commentatori e tanti ‘leoni da tastiera’“.