uomo con ombrello

Il maltempo che ha tenuto sotto scacco il Nord Italia nelle ultime ore, con esondazioni e danni, si diffonde velocemente su tutta la Penisola e restituisce la fotografia di una settimana altamente instabile sul fronte meteo. Secondo gli esperti di CentroMeteoItaliano.it, settembre si apre nel segno di rovesci diffusi, temporali e nubifragi che potranno interessare anche il settore meridionale con un accento di carattere autunnale esteso a gran parte del Paese.

Meteo della prima settimana di settembre: le previsioni

Le previsioni meteo della prima settimana di settembre aprono a uno scenario in cui l’estate sembra cedere velocemente la scena all’autunno.

Calo termico e pioggia saranno due dei tratti distintivi del periodo, secondo gli esperti, con maltempo in progressiva estensione a gran parte del Centro e del Sud Italia.

Se non un addio, sicuramente un chiaro sintomo di rottura con l’estate 2020 che volge al termine, con fenomeni particolarmente intensi a carattere di temporale o nubifragio che potrebbero interessare molte regioni fino al prossimo weekend.

La giornata di oggi, 31 agosto, è caratterizzata da maltempo esteso su gran parte della Penisola. Un esteso fronte perturbato, rilevano gli esperti, transita sulle regioni centrali con piogge di debole o moderata entità fino a interessare le regioni meridionali nel pomeriggio.

Rovesci anche su Molise, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

Atteso un calo delle temperature di oltre 10° al Centro Nord, con massime inferiori alla media stagionale. Dalla giornata di martedì, 1 settembre, ancora acquazzoni ma qualche parentesi di miglioramento con una lieve risalita dell’anticiclone. Attesi rovesci mattutini su Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia.

Miglioramento verso il weekend

Dopo le prime battute altamente instabili, la prima settimana del mese, secondo gli esperti, si chiuderà all’insegna del ritorno dell’anticiclone.

Secondo le previsioni, le temperature saliranno nuovamente e gran parte delle regioni, da Nord a Sud, sarà interessata da una maggiore stabilità atmosferica.

La situazione al Nord

Il Nord Italia, nelle ultime ore, è stato teatro di un sensibile peggioramento delle condizioni meteo con una importante ondata di nubifragi che ha interessato alcune zone provocando danni, disagi e persino due vittime. Due bimbe di 3 e 14 anni sono morte nella tenda di un campeggio, schiacciate da un albero caduto a causa del maltempo.

A Milano, nel corso del violento nubifragio che ha colpito la città nella notte tra il 28 e il 29 agosto scorsi, è stato scoperchiato il tetto di una Rsa. Allarme rientrato dopo diverse ore per la piena dell’Adige in Alto Adige, con la riapertura dell’autostrada del Brennero nel tratto tra San Michele e Bolzano.

L’evacuazione di circa 400 persone nel comune di Egna, riporta l’Ansa, è stata sospesa e la popolazione interessata rientra nelle proprie abitazioni. Ancora chiuse la ferrovia e la statale del Brennero a nord di Bolzano. E di poche ore fa la notizia di un incidente stradale mortale sulla statale del Brennero: morti due turisti tedeschi che viaggiavano lungo il percorso alternativo dopo la chiusura dell’autostrada a causa della piena dell’Adige.

Tra i feriti, un bimbo di 7 anni.

Allerta arancione in Veneto, Alto Adige e Lazio, gialla per Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana e Umbria.

Guarda il video:

Fonte meteo: www.centrometeoitaliano.it