persone festeggiano biden

Una giornata storica per gli Stati Uniti d’America, che a 3 giorni dal voto hanno finalmente il loro 46esimo Presidente. Joe Biden è stato eletto con larghissima maggioranza, espugnando gli Stati chiave della Rust Belt, roccaforti repubblicane. E mentre nelle maggiori città si festeggia la vittoria democratica, in una tornata elettorale che ha messo allo specchio gli Stati Uniti e segnato diversi record, compreso quello dell’affluenza, Donald Trump sguinzaglia i suoi avvocati, in primis il fedelissimo Rudy Giuliani. L’oramai ex Presidente, con un gesto senza precedenti, non concede la vittoria all’avversario, minacciando una pioggia di ricorsi in vari Stati, denunciando presunti brogli e cospirazioni.

L’America in strada festeggia il presidente Biden

Le immagini che arrivano dagli Stati Uniti ben rappresentano la grande commozione che ha suscitato la vittoria di Joe Biden. Già poco dopo l’annuncio dei principali network, migliaia di persone si sono radunate nelle piazze e nelle strade delle metropoli, prima tra tutti Washington, che ha visto assembramenti spontanei in festa davanti la Casa Bianca.

Anche New York, la città di Trump, è stata attraversata da grida di giubilo, con le auto che scatenavano i clacson.

L’entusiasmo è alle stelle per delle elezioni tra le più sentite, che hanno portato al voto 150 milioni di americani, una cifra record.

Le lacrime del commentatore della CNN

La grande commozione per questa prova di democrazia, che ha assunto un significato particolare in un’America piegata dal coronavirus e spezzata dalle tensioni razziali, è stata mostrata anche in diretta. Van Jones, blogger, attivista e avvocato, non ha trattenuto le lacrime nello studio della CNN.

Oggi è un buon giorno. È più facile essere genitori questa mattina.

Il carattere conta. Essere una brava persona conta“, ha dichiarato, “Da oggi, se sei musulmano o immigrato, non devi più temere che il Presidente non ti voglia qui. Da oggi essere una brava persona conta“.

Joe Biden: la carriera politica e la tragedia che ha condizionato la sua vita

Trump non riconosce la sconfitta

Donald Trump, che ha atteso i risultati giocando a golf in Virginia, non ha riconosciuto la sconfitta. E mentre il Partito Repubblicano si spacca e vede alcuni esponenti ammettere la vittoria di Biden, tra cui Mitt Romney, che non è mai stato un grande fan di Trump, e altri, come Mitch McConnell non dichiararsi, il magnate ha fatto sapere che per lui le elezioni non sono finite.

L’ex Presidente è tornato alla Casa Bianca dopo aver reso nota la sua posizione su Twitter: “Ho vinto queste elezioni, di molto!“.

Il tweet di Donald Trump
Il tweet di Donald Trump

Trump avrebbe accusato in un comunicato i media di essere “alleati” di Biden. “Le elezioni sono lontane dalla fine“, si legge, “A partire da lunedì inizierà la nostra campagna portando il caso in tribunale“. I legali del tycoon hanno già presentato cause legali in 3 Stati nei giorni precedenti, e che si sarebbe arrivati a questo era prevedibile.

La nomina di Amy Coney Barrett alla Corte Suprema, tra mille polemiche dato che è avvenuta a pochi giorni dalle elezioni, è stata interpreta come il preludio alla strategia di Trump, che nel corso della sua presidenza ha nominato 3 giudici della Corte Suprema e centinaia nei tribunali federali.

Approfondisci:

Voto USA, Trump parla dalla Casa Bianca e annuncia la vittoria

Elezioni Usa, Joe Biden si espone: “Vinceremo questa sfida”

Elezioni USA, Biden: “Democrazia valore fondante del Paese”