La regina Elisabetta II in primo piano con indosso un vestito turchese

Sono ormai settimane che voci sulla possibile abdicazione della Regina Elisabetta a favore del figlio, il principe Carlo, si inseguono. La sovrana più longeva d’Europa lascerebbe il trono per: godersi una “meritata pensione” dopo anni di onorato servizio, passare gli ultimi anni di vita insieme al marito, il principe Filippo prossimo al compimento del centesimo compleanno e ancora, la regina Elisabetta vorrebbe che a succederle fosse il principe William e non Carlo… queste sono solo alcune delle innumerevoli voci senza il minimo fondamento.

A rilanciarle, in primis, la testata scandalistica australiana New Idea, ma le cose stanno diversamente, ed è stato proprio un annuncio rilasciato sui canali ufficiali della Royal Family a chiarificare cosa ne sarà del regno della Regina Elisabetta.

Ecco perché la Regina Elisabetta non abdicherà

Per capire perché la Regina Elisabetta non lascerà il trono, bisogna fare una piccola precisazione: la Corona inglese, come organo, è dipendente al volere del Parlamento. Il sovrano è re nel Parlamento e la sua figura, oltre ad essere esempio morale e spirituale ( in quanto capo della Chiesa Anglicana), è meramente consultiva.

Le sorti della famiglia reale, a partire dai matrimoni, i titoli nobiliari, linea di successione, rendite personali dei membri… sono tutte decisioni che possono essere approvate solo ed esclusivamente dal Parlamento, vero centro del potere. Già da questo è chiaro che le voci sull’abdicazione siano prive di fondamento. Inoltre qualsiasi comunicazione passa esclusivamente dai canali ufficiali della Royal Family e al momento non ci sono stati annunci in tal senso.

Questo è anche il motivo per il quale il principe Harry e suo figlio sono ancora in linea di successione, anche se non fanno più parte della famiglia reale.

In quanto figli del principe Carlo e nipote primo della Regina stessa, solo un atto parlamentare può deliberare per la loro rimozione.

L’annuncio di Buckingham Palace

La regina Elisabetta, dunque, non pensa affatto a lasciare il trono, oltre al fatto che un sovrano resta in carica fino alla sua morte, lei stessa ha giurato che sarebbe stata a servizio del suo Paese fino alla fine dei suoi giorni. Una conferma definitiva sembra inoltre essere arrivata da Buckingham Palace con l’annuncio dei festeggiamenti, in fase di organizzazione, per il giubileo di Platino della sovrana che si celebrerà nel mese di giugno del 2022, quasi a ridosso del Trooping the Colour, i festeggiamenti in onore del compleanno del sovrano.

L'annuncio dei giubileo di Platino della regina Elisabetta II

Elisabetta II: la storia e la vita di una regina “per caso”

Il giubileo di Platino

L’annuncio è arrivato pochi giorni dopo la prima apparizione pubblica della Regina dopo il lockdown, in occasione della Remembrance Week- settimana del ricordo, dove ha posato sulla tomba dedicata ai caduti in guerra posta all’interno dell’abbazia di Westminster, un bouquet di fiori ricreato su modello di quello del suo matrimonio.

In questa occasione la Regina Elisabetta si è mostrata per la prima volta in pubblico con indosso la mascherina.

La regina Elisabetta indossa la mascherina in pubblico

Elisabetta II festeggerà dunque i suoi 70 anni di regno, battendo così un nuovo record personale, come regina più longeva sul trono d’Inghilterra (battendo di gran lunga la sua tris nonna, la Regina Vittoria, che regnò per 64 anni). In occasione dei grandi festeggiamenti, sono stati deliberati 4 giorni di festività per tutti i cittadini britannici. Se la regina Elisabetta toccherà questo importante traguardo, Buckingham Palace promette uno show unico degno di quello che sarà l’evento del secolo sotto ogni punto di vista.

Chi succederà alla Regina Elisabetta?

Nonostante numerose voci diano per certa la notizia di un salto nella linea di successione, ovvero l’ascesa del principe William al posto del padre Carlo, le cose non andranno così. Sarà comunque il principe di Galles a salire al trono e, dopo di lui William. Spetterà al Parlamento deliberare invece il ruolo che avranno le rispettive consorti, se saranno istituite del titolo di regina oppure di principessa consorte. Se per Kate non dovrebbero esserci problemi di forma, in quanto moglie di William, per Camilla non c’è nulla di certo, in quanto divorziata e seconda moglie di Carlo.

William e Kate prossimi sovrani

La monarchia sta comunque puntando tutto sulle nuove generazioni e William e Kate sembrano reggere a pieno il ruolo che gli spetterà in futuro. La coppia reale, oltre ad essersi distinta per iniziative benefiche durante il periodo più duro del lockdown, sono stati i veri protagonisti del Remembrance Sunday. Soprattutto Kate Middleton, immortalata sulla balconata sola, insieme a Camilla e alla duchessa del Wessex, con indosso gli orecchini che la Regina Elisabetta ha portato durante i festeggiamenti per il giubileo di Diamante, nel 2012. Un segno questo, di grande rispetto, vicinanza tra le due e continuità nel ruolo.

Kate Middleton indossa gli orecchini della regina Elisabetta nel Remembrance Day

Che succederà a Harry e Meghan?

I duchi di Sussex hanno fatto un passo indietro rinunciando al loro status di membri senior della Royal Family. La coppia ha iniziato la propria vita a Los Angeles, dove hanno già firmato un contratto multimilionario con la piattaforma streaming Netflix. Nonostante abbiano più volte chiesto il rispetto della privacy, su di loro i rumors non si placano: ultimo in ordine cronologico quello che vedrebbe Meghan Markle intenzionata a scendere in politica e candidarsi alle Presidenziali del 2024.

Voci di corridoio a parte, per loro non cambierà nulla, il principe Harry e il piccolo Archie restano in linea di successione e, al momento, ancora in possesso del ducato.

Harry e Meghan sono stati recentemente immortalati presso il cimitero militare di Los Angeles, dove il principe Harry ha deposto dei fiori in occasione del Remembrance Sunday; tradizione alla quale, nonostante la distanza, resta molto legato.

Approfondisci:

Lady Diana, l’inganno del giornalista: la confessione che fa rabbia al fratello Charles

Coronavirus: il discorso della Regina Elisabetta è un appello alla fratellanza e alla determinazione

La Regina Elisabetta ricorda il VE Day: “Mai arrendersi, mai disperarsi”