joe biden durante un comizio

Finiti gli spogli elettorali iniziati il 4 novembre negli Stati Uniti, che vedono confermare la vittoria di Joe Biden, nuovo Presidente eletto. Gli ultimi 2 Stati, Georgia e North Carolina sono stati assegnati, il primo a Biden e il secondo a Donald Trump.

Il tycoon rifiuta di concedere la vittoria e sembra intenzionato ad andare avanti con le cause legali per contrastare il risultato delle elezioni. Pezzi importanti della sua amministrazione e della dirigenza repubblicana sembrano abbandonarlo, e pare che anche la figlia Ivanka, erede politica designata, sia facendo pressing affinché Trump accetti la sconfitta.

Nel frattempo, Giuseppe Conte sente al telefono Biden per parlare della nuova collaborazione, con al centro temi importanti.

Usa, Biden conquista la presidenza con 306 grandi elettori

Joe Biden conquista la Georgia, impresa che non riusciva ai democratici dall’elezione di Bill Clinton. A causa dello scarso scarto tra i due contendenti, 14mila voti di differenza, è stato autorizzato il riconto dei voti, ma per Biden la vittoria è ormai incontestabile.

Il candidato dem, nuovo Presidente eletto, conquista 306 grandi elettori (il minimo da ottenere per vincere è 270), contro i 232 di Donald Trump, che porta a casa il North Carolina.

Gli Stati sottratti ai repubblicani nell’ultima tornata elettorale rispetto al 2016 sono ben 5, tra cui la Pennsylvania, che è stata determinante per Biden.

Trump non riconosce la sconfitta

Non paga la strategia di Donald Trump di bloccare nei tribunali la vittoria di Biden. Almeno 3 Stati contesi hanno rigettato le cause: Pennsylvania, Arizona, Michigan. Anche le accuse di brogli elettorali sono state rimandate al mittente, nientemeno che dal Dipartimento per la Sicurezza Nazionale, che ha bollato queste elezioni come “le più sicure nella storia americana“.

Possiamo assicurare che abbiamo la massima fiducia nella sicurezza e integrità delle nostre elezioni“, recita un comunicato. Nonostante le rassicurazioni, deputati vicini a Trump continuano a sostenere che le elezioni siano truccate, così come i figli maggiori del Presidente. Grande assente alle barricate è invece Ivanka Trump, che secondo indiscrezioni mira ora a rendere il meno traumatico possibile il passaggio di poteri. La figlia prediletta del tycoon sarebbe preoccupata per l’integrità dell’impero economico già gravato dai debiti, oltre che per una sua futura possibile discesa in politica.

Chi è Kamala Harris: carriera e vita privata della nuova vice presidente Usa

La telefonata tra Conte e Biden

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha contattato Joe Biden per porgere le sue congratulazioni al Presidente eletto e alla vice Kamala Harris e per parlare del futuro delle relazioni bilaterali.

È stata riaffermata la forte volontà di collaborare di fronte alle grandi sfide globali, in merito alle quali Italia e Stati Uniti condividono le medesime priorità“, si legge nel comunicato di Palazzo Chigi.

Secondo le indiscrezioni, Biden vorrebbe riallacciare i rapporti con l’Unione Europea logoratisi durante la presidenza Trump.

I dossier aperti sono molti, dal contenimento della pandemia di coronavirus, al cambiamento climatico. Inoltre, il Presidente eletto si sarebbe detto “impaziente di lavorare insieme durante la presidenza italiana del G20 il prossimo anno“.

Approfondisci:

Elezioni USA, ora è ufficiale: Joe Biden è il 46esimo Presidente degli Stati Uniti

Joe Biden: la carriera politica e la tragedia che ha condizionato la sua vita

Jill Biden, chi è la moglie di Joe e nuova First Lady