coronavirus

Cresce di poco il numero dei nuovi positivi registrati in Italia nelle ultime 24 ore mentre decresce, sempre di poco, il numero delle vittime. Importanti però le novità che arrivano dagli ospedali italiani che stanno gestendo questa seconda ondata di Coronavirus: i positivi ospedalizzanti continuano a diminuire di giorno in giorno.

Torna a parlare, dal punto di vista governativo, il ministro della Salute Roberto Speranza che guarda al Natale e non esclude ferree limitazioni per sfatare l’ipotesi di un “liberi tutti” che ammetterebbe, tra le più rischiose conseguenze, una terza ondata fatale per l’Italia tra i mesi di gennaio e febbraio.

Tutti gli aggiornamenti sull’emergenza Coronavirus di oggi, 2 dicembre.

Coronavirus, il bollettino del 2 dicembre: calano i numeri in ospedale

Come ogni giorno da ormai un anno a questa parte, arrivano puntualmente gli aggiornamenti relativi all’emergenza Coronavirus, numeri che descrivono lo scenario italiano toccato in maniera indelebile dalla pandemia. Sono 20.709 le persone risultate positive al Covid-19 nelle ultime 24 ore, 38.740 quelle guarite. 761.230 le persone attualmente positive al Coronavirus cui 725.160 in isolamento domiciliare e oltre 36mila quelle ricoverate in ospedale.

Nello specifico sono 32.454 i pazienti Covid ricoverati con sintomi mentre sono 3.616 quelli ricoverati in terapia intensiva. Numeri in discesa: sono 47 in meno i pazienti ricoverati in terapia intensiva rispetto a ieri e 357 in meno quelli nei reparti covid. Quanto alle vittime però, il numero permane alto: 684 i morti registrati in 24 ore per un totale di 57.045 vittime in tutto in Italia dallo scoppio dell’epidemia.

Vaccino anti Coronavirus: quando arriva in Italia

Domani il nuovo Dpcm: severe limitazioni in vista del Natale

Sarà una giornata dal punto di vista governativo importante quella di domani, tanto per la politica italiana tanto per li stessi cittadini: con domani infatti, 3 dicembre, scade la validità del Dpcm attualmente in vigore che prevedeva forti restrizioni entro la giornata di domani per contenere la seconda ondata della pandemia.

C’è attesa dunque per le nuove parole di Giuseppe Conte, chiamato a rivelare quali saranno le restrizioni e limitazioni che si immagina saranno vigenti anche per tutto il periodo delle festività. Ora decisive dunque per la messa a punto del nuovo Dpcm.

Entrando nel dettaglio si ipotizza che proprio nei giorni festivi come il 25 e il 26 dicembre o il giorno di Capodanno verrà impedito di potersi muovere non solo tra regioni ma anche tra Comuni.

Approfondisci

TUTTO sul CORONAVIRUS

Dpcm e Covid-19: le nuove regole per le feste di Natale

Sì al decreto Ristori quater: cosa ci aspetta a Natale