sperimentazione del vaccino contro il coronavirus

La pandemia di coronavirus sta rallentando in Italia, grazie alle limitazioni introdotte nelle ultime settimane, che hanno permesso ad altre 5 Regioni di diventare gialle mentre solo l’Abruzzo rimane zona rossa. L’Iss avverte però che l’incidenza del coronavirus rimane ancora troppo alta, ed è quindi necessario essere prudenti.

Questa la via che il governo ha deciso di seguire per il Natale, che quest’anno sarà blindato, con controlli eccezionali su tutto il territorio. Lo spiraglio di luce potrebbe arrivare nel 2021 con il vaccino, di cui ha parlato il ministro della Salute Roberto Speranza che ha assicurato sarà sicuro e volontario.

Coronavirus, il bollettino di oggi 5 dicembre

I dati sul coronavirus sono in generale in miglioramento, anche se purtroppo rimane alto il conto delle vittime, che oggi è di 662 deceduti. Sono 21.052 i contagiati, circa 3mila in meno rispetto a ieri, calano anche i ricoverati con sintomi, che sono 30.158 (-1.042), e le Terapie Intensive, -50 (sono 3.517). I contagiati in isolamento domiciliari sono 720.494, e il totale degli attualmente positivi sono 754.169.

Sono 194.984 i tamponi effettuati, con il rapporto tra quelli effettuati e i positivi al 9,26%.

I dimessi e guariti si attestano a 23.923 unità nelle ultime 24 ore, arrivando al totale di 896.308. I casi totali sono 1.709.991.

Lamorgese: “Natale di sacrifici”

Secondo gli esperti le prossime settimane saranno decisive per tenere sotto controllo l’epidemia di coronavirus ed evitare una terza ondata a gennaio. Per questo motivo le festività natalizie saranno sorvegliate speciali, con il governo che ha scelto la strada della prudenza, come chiarito nell’ultimo Dpcm. La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha sottolineato l’attenzione che il governo avrà per quanto riguarda il Natale: “Ci saranno forze polizia in numero elevato, circa 70mila unità, che saranno addette a questo tipo di controllo“, ha dichiarato a Sky Tg24.

Controlli nei negozi, tenuti aperti per salvaguardare l’economia, ma anche negli aeroporti e alle frontiere: “Dobbiamo stare davvero attenti perché l’esperienza di quest’estate non è stata un’esperienza positiva. Dobbiamo evitare una terza ondata“, spiega la ministra. Lamorgese conclude: “Sarà un Natale di sacrifici. Proprio nel periodo natalizio dovremo allontanarci dalle nostre tradizioni, del Natale tutti insieme. Un sacrificio necessario che ci consentirà poi di affrontare l’anno nuovo in maggiore sicurezza“.

Vaccino anti-Covid, Ilaria Capua lancia l’avvertimento

Roberto Speranza: il vaccino nel 2021

Anche il ministro Roberto Speranza è intervenuto a Sky Tg24 per parlare del vaccino contro il coronavirus, per cui si attende l’ok dell’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali. La Gran Bretagna non ha aspettato la conclusione degli accertamenti, che dovrebbe avvenire a fine dicembre, ma per Speranza accelerare i tempi “sarebbe stato un errore, invece i tempi sono stati veloci e tutti i processi si svolgono nella piena linearità e in integrale sicurezza“.

Il ministro assicura che il prossimo “sarà l’anno giusto per mettersi finalmente alle spalle questi mesi così difficili” e che i processi saranno graduali.

I vaccini non arriveranno tutti insieme, le autorizzazioni saranno scaglionate nel tempo e con esse le dosi di vaccino in arrivo“, continua Speranza, “Ma finalmente credo che possiamo dare un messaggio di ragionata fiducia. Dopo mesi così difficili abbiamo strumenti nuovi“.

Approfondisci

TUTTO sull’emergenza Coronavirus

Dpcm di Natale, Regioni furiose col governo per le nuove misure