Mascherina su albero di Natale

L’OMS ha messo in guardia l’Europa sul rischio di una terza ondata che si teme possa sopraggiungere agli inizi di gennaio 2021. Per arginare tale pericolo, e in vista del Natale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha esortato i cittadini europei ad indossare le mascherine anche in famiglia.

Il Natale ai tempi del Coronavirus

Il Natale si avvicina, e sono ancora tanti i dubbi su come trascorrere le festività natalizie in sicurezza. Il continuo aumento dei casi da COVID-19 preoccupa non solo l’Italia, ma l’Europa intera. Per tale motivo, l’OMS ha lanciato un appello a tutti i cittadini, esortandoli a rispettare le misure anti-Covid elaborate nelle ultime settimane.

Tutti dobbiamo fare la nostra parte per evitare l’ennesimo aumento di casi in Europa” si legge nella comunicazione stilata dalla sezione Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Particolare attenzione viene data ai comportamenti di ognuno di noi che, come sottolinea l’Organizzazione stessa, non riguardano solo il benessere individuale e/o quello delle persone più vicine, ma interessano la salvaguardia del benessere collettivo.

L’appello dell’OMS

Non sottovalutate l’importanza delle vostre decisioni e il vostro potere – come individuo, famiglia o comunità – di influenzare ciò che accadrà in questa pandemia” ha ricordato l’OMS.

Nella nota informativa non viene chiesto di rinunciare ai festeggiamenti natalizi, bensì di seguire delle semplici e precise regole in modo da garantire una maggiore sicurezza, in un periodo difficile e critico come quello che stiamo vivendo nelle ultime settimane. “Può sembrare scomodo indossare mascherine e rispettare il distanziamento quando si è in presenza di amici e familiari, ma così facendo si contribuisce in modo significativo a garantire che tutti rimangano sani e al sicuro” ha sottolineato l’OMS.

Festeggiamenti e funzioni religiose

Per quanto riguarda i festeggiamenti e le funzioni religiose, l’OMS, nella nota trasmessa a pochi giorni dal Natale, consiglia di svolgere in maniera diversa le funzioni religiose suggerendo di celebrarle all’aperto, qualora fosse possibile, o, in alternativa, limitarne la durata e la capienza delle persone ammesse ad assistere a tali celebrazioni, garantendo il distanziamento fisico, l’igienizzazione delle mani e l’uso della mascherina per tutta la durata della funzione religiosa.

Come arginare la diffusione del virus

Frenare la curva dei contagi è l’obiettivo da raggiungere nelle prossime settimane, e solo con l’impegno collettivo sarà possibile ottenere tale risultato.

Gli incontri al chiuso portano con sé un alto rischio di contagio e di trasmissione del virus, per questo motivo è consigliabile incontrarsi all’aperto, muniti sempre di mascherine e rispettando il distanziamento fisico. Ognuno di noi può e deve contribuire per garantire che tutti rimangano sani e sicuri.

Un Natale anomalo

Pur essendo consapevole di quanto questo Natale sia anomalo, l’OMS invita a seguire le suddette disposizioni, in modo da contrastare la trasmissione del Coronavirus.

Solo così si potrà tutelare la propria salute, quella dei propri cari e dell’intera comunità di appartenenza. L’andamento della pandemia e della curva di contagi dipende anche dalle nostre azioni quotidiane.

Approfondisci:

Tutto sul Coronavirus
Covid e feste blindate: la situazione su treni e aerei prima del blocco sugli spostamenti
Dpcm di Natale, Regioni furiose col governo per le nuove misure