laura-efrikian-divorzio-morandi-in-rai-non-mi-volevano-piu

L’ex annunciatrice RAI ed attrice Laura Efrikian si è raccontata ai microfoni della trasmissione Oggi è un altro giorno, parlando del suo matrimonio con Gianni Morandi e di tutto ciò che ha dovuto affrontare dopo il divorzio. La “fidanzatina d’Italia”, soprannome che non piace all’attrice ma che tutti le affibbiarono negli anni del matrimonio con il cantante, ha spiegato che la sua relazione agli occhi del pubblico era come una “favola”.

L’amore tra Laura Efrikian e Gianni Morandi, simbolo dell’Italia “giovane”

Laura Efrikian e Gianni Morandi sono stati sposati dal 1966 al 1979.

Dal loro matrimonio nacquero 3 figli: la primogenita, Serena, nata prematura, morì tragicamente poche ore dopo la nascita, poi, arrivarono Marianna e Marco. La coppia era diventata un simbolo dell’Italia “giovane” che viveva gli anni del boom economico. I due sono stati protagonisti di diversi film di successo, i cosiddetti “musicherelli”, come In ginocchio da te e Se non avessi più te, per citarne solo due del regista Ettore Maria Fizzarotti, molto popolari all’epoca.

Anche questo aveva sicuramente contribuito a imprimere nel pubblico l’immagine di una coppia vincente e giovane, concetto spiegato dall’attrice, ospite al programma RAI Oggi è un altro giorno: “La gente ha creato intorno a me e a Gianni questa favola di grande amore che non si vuole dimenticare“.

Come fa notare la conduttrice Serena Bortone, Laura Efrikian e Gianni Morandi erano un po’ i Ferragnez degli anni ’60. L’attrice ricorda: “Noi eravamo gli interpreti di quei film, ma poi anche gli interpreti nella vita di quel tipo di amore così scanzonato e giovane“.

Proprio la giovinezza, secondo l’attrice, avrebbe portato in modo “naturale” alla fine del matrimonio: “Il primo amore si ‘secca’ subito, sei giovane e lo vivi con una tale passione, un tale entusiasmo… Io ho mollato tutto, il lavoro, non volevo più fare niente“.

Poi, è arrivata la consapevolezza: “Non hai più 20 anni, quando ne hai 30, cominci a farti delle domande, a capire che forse ‘quella botta d’amore’ è stata importante ma non ti accompagnerà fino alla fine dei tuoi giorni“.

In Rai non mi volevano più

Laura Efrikian ha raccontato che dopo la fine del matrimonio con Gianni Morandi ha dovuto ricominciare la sua vita praticamente da capo.

In quella fase, la TV pubblica avrebbe deciso di escluderla dai suoi progetti, come ha confessato Laura Efrikian: “In Rai non mi volevano più perché dicevano che ero ormai compromessa come ‘moglie di Morandi’. Avevo un nome di cartapesta e non si poteva dare a un personaggio, come la moglie di un commissario di polizia, il mio volto perché tutti dicevano ‘la vedi quella, è la moglie di Morandi‘, sembrava a loro che non fosse credibile“.

Per cui, abbandonata la carriera di attrice, Laura Efrikian ha dovuto reinventarsi lavorando in radio e anche nel campo dell’arredamento.

Poi, sono arrivati anche dei libri, infatti Laura Efrikian ha pubblicato La vita non ha età e Come l’olmo e l’edera. Adesso, l’attrice ha rivelato che sta scrivendo un libro sulla storia della sua famiglia.

Approfondisci:

Laura Efrikian: il dramma della morte di Serena, prima figlia di Gianni Morandi

Laura Efrikian su Gianni Morandi: “Sembrava un pupazzo ricostruito”

TUTTO su Gianni Morandi